Stasera in tv il racconto dell’epoca rinascimentale in una città del Sud

Anche questo giovedì di settembre ad accompagnare lo spettatore sarà l'attore, poeta e scrittore napoletano Mimmo Borrelli

Screen video facebook Sky Arte


Questa sera in tv torna l’appuntamento con il format televisivo “Sette Meraviglie”. La nuova stagione del programma prodotto da Sky per il canale dedicato all’arte, al design e alla cultura, ha scelto di raccontare una città meridionale. Dopo aver svelato i misteri di Roma nella precedente edizione, adesso è la volta di Napoli, per rendere omaggio al patrimonio artistico e storico della città partenopea: sette puntate dedicate al capoluogo campano in onda tutti i giovedì dal 10 settembre su Sky Arte (canale 120 e 400 di Sky).

Anche questo giovedì di settembre ad accompagnare lo spettatore sarà l’attore, poeta e scrittore napoletano Mimmo Borrelli, che narrerà leggende, aneddoti e descriverà alcuni dei monumenti più importanti della città partenopea, includendo anche quelli poco conosciuti. Questa sera alle 21:15 su Sky Arte andrà in onda la puntata intitolata: “Il Rinascimento a Napoli”, un viaggio attraverso la grande rinascita della città, avvenuta tra il Quattrocento e il Cinquecento, grazie all’apertura messa in atto dai governanti Aragonesi, con i capolavori di artisti toscani tra cui Donatello e Giorgio Vasari.

Giovedì 24 settembre, invece, si andrà alla scoperta dell’aldilà con “Le anime di Napoli” e “Il Cristo Velato”, un percorso che attraversa la Cappella Sansevero e il Cimitero delle Fontanelle, con il suo culto delle Anime Pezzentelle. I primi due episodi del format “Sette meraviglie” sono andati in giovedì 10 settembre: “Da Virgilio a San Gennaro” e “Castel Nuovo – La Napoli medievale”.

Nel primo episodio della durata di mezz’ora, disponibile anche on demand, l’attore ha raccontato  il passaggio dal paganesimo al cristianesimo a Napoli, attraverso due figure fondamentali: una pagana, il poeta e mago Virgilio, e l’altra sacra, San Gennaro, il vescovo martire divenuto patrono e protettore della città vesuviana. Il secondo episodio, invece, ha avuto come protagoniste Castel Nuovo (detto anche Maschio Angioino) e la Napoli del Medioevo.