Neuropsichiatria, al Sud nasce un polo d’eccellenza dedicato a bambini e ragazzi

Firmato il protocollo d'intesa per il nuovo centro socio-sanitario dedicato ai bambini e ai ragazzi: è il primo in tutta la regione

Foto Facebook Michele Emiliano


Al Sud nascerà una nuova struttura all’avanguardia per la Neuropsichiatria Infantile. Si tratta del primo centro socio-sanitario dedicato ai bambini e ai ragazzi per la cura di questa patologia in tutta la regione Puglia. La nuova Casa dei bambini e dei ragazzi sorgerà a Monopoli, in provincia di Bari: Regione, Asl Bari e Comune di Monopoli hanno sottoscritto un protocollo d’intesa finalizzato alla realizzazione di un centro multidisciplinare dedicato alle attività di Neuropsichiatria Infantile integrate dai Servizi Sociali del Comune.

“Sarà circondata dal verde la Casa della Salute interamente dedicata ai bambini e ai ragazzi che stiamo realizzando a Monopoli, un centro socio sanitario integrato di neuropsichiatria infantile per la riabilitazione neuro-psicomotoria, logopedica e psichiatrica – ha scritto sul suo profilo facebook il governatore della Puglia Michele Emiliano – Sono circa 1500 attualmente i minori residenti nei comuni di Monopoli, Polignano e Conversano che necessitano di percorsi didattici specializzati e di trattamenti specifici“.

“Da qui l’importanza di avere una struttura socio sanitaria ad interventi multipli: educativo, riabilitativo, risocializzante ed inclusivo – ha continuato il presidente – Questa Casa si aggiunge alla altre già istituite sul territorio regionale. C’è un grande lavoro da parte di Regione Puglia e Asl per realizzare queste opere e l’impegno di tanti professionisti, operatori, associazioni, famiglie, che ringrazio”.

“Per realizzare grandi cose bisogna avere grandi idee e un cuore che batte appassionato come quello di questa amministrazione a Monopoli con cui siamo riusciti ad affrontare una delle tematiche più sensibili, cioè la felicità dei bambini e delle loro famiglie. Questo sarà il primo centro pugliese e tra i pochi oggi in Italia a poter unire l’assistenza sanitaria con il mondo del sociale e della scuola, è bello vedere una interazione così salda fra amministrazioni e territorio”, ha concluso Michele Emiliano.

Il centro rappresenta un passo importantissimo della riorganizzazione del sistema sanitario in Puglia. La struttura dedicata ai bambini e ai ragazzi fa parte di un disegno più ampio della Asl, considerando la forte necessità scaturita da un’analisi nella città di Monopoli. Dopo una prima fase di progetto e di protocollo, si passerà alla formulazione esecutiva del piano con l’accesso ai fondi e il conseguente inizio dei lavori che in totale dovrebbe durare circa un anno e mezzo.