Diamond Princess, il capitano Arma diventa Commendatore della Repubblica

Definito un eroe per aver abbandonato per ultimo la nave, il comandante meridionale è stato premiato da Mattarella per il suo grande coraggio

Foto Twitter Quirinale


Il capitano di origini napoletane Gennaro Arma ha ricevuto oggi l’onorificenza di Commendatore al Merito della Repubblica. A consegnare il prestigioso titolo al capitano è stato il Capo dello Stato Sergio Mattarella presso la sede del Quirinale. Considerato un eroe per aver abbandonato per ultimo la nave Diamond Princess, Arma è stato premiato dal Presidente della Repubblica per il suo grande coraggio dimostrato in quella difficile occasione.

Bloccato dal 5 febbraio a Yokohama a causa dell’emergenza Coronavirus, l’equipaggio della Diamond Princess sbarcò a inizio marzo. Il comandante meridionale Gennaro Arma fu l’ultimo a scendere dalla nave, aspettando circa 130 persone. Definito dalla compagnia Princess Cruises “un eroe da parte di tutti noi che facciamo parte della comunità globale della Princess”, il “Capitano coraggioso”, così l’hanno battezzato, ha 45 anni ed è originario della penisola sorrentina.

Durante tutto il tempo che la nave è rimasta in quarantena si è preso cura degli ospiti a bordo cercando di limitare in tutti i modi gli allarmismi e il panico rincuorandoli ogni giorno attraverso annunci con l’altoparlante. Indimenticabile il suo gesto a San Valentino: dopo aver distribuito ai passeggeri dolci e tortine a forma di cuore accompagnati da bigliettini di consolazione, ha poi recitato poesie d’amore a tutti i presenti.

Orgoglio meridionale, il comandante Gennaro Arma è stato ringraziato anche dalle autorità giapponesi e dal Ministro della Salute nipponico Katsunobu Kato per l’eccellente lavoro svolto sulla Diamond Princess. Per il suo “esemplare comportamento” sulla nave Diamond Princess bloccata quasi un mese a Yokohama, il comandante Gennaro Arma aveva già ricevuto a marzo la bella notizia dell’onorificenza di Commendatore della Repubblica dal Capo dello Stato Sergio Mattarella. Ma solo oggi il capitano si è recato al Quirinale dove gli è stato consegnato il prestigioso titolo.

Ecco le sue parole di gratitudine: “Mi sento una persona normale che ha fatto il proprio dovere in una situazione difficile, come tanti altri. E’ stata una sorpresa questa onorificenza ed è un onore, il presidente Mattarella mi ha fatto i complimenti per la gestione dell’emergenza. Abbiamo fatto anche parallelismi su quanto successo in Italia. Io spero quanto prima di tornare a bordo di una nave. Sono rimasto in contatto con alcuni membri dell’equipaggio e con alcuni passeggeri”.