Innovativo intervento chirurgico al Sud contro il tumore al seno

Un'operazione chirurgica di "altissima professionalità" che ha restituito l'integrità corporea alla giovane paziente



In questo momento storico dominato dalla pandemia, le strutture sanitarie del Sud – con l’impegno e la bravura di medici e infermieri – sono riuscite in maniera impeccabile ad affrontare, oltre che l’emergenza sanitaria da Coronavirus in atto, anche altri tipi di interventi molto complessi per salvare tante vite umane. Di interventi record realizzati al Sud Italia ve ne abbiamo raccontati tantissimi, come la straordinaria operazione avvenuta a Napoli di recente che ha permesso ad una bimba di recuperare l’udito grazie alla ricostruzione in 3D dell’osso temporale.

Oggi invece vi parliamo di un’altra operazione chirurgica realizzata nell’ospedale “San Carlo” di Potenza da parte del team di medici del reparto di Senologia su una paziente di soli 23 anni originaria della provincia di Salerno. L’equipe che ha eseguito l’intervento giudicato di “altissima professionalità” dall’azienda, è stato condotto grazie alla responsabile Pina Di Santo, con la collaborazione e l’aiuto prezioso di Andrea Morlino e Maria Teresa Rossi.

A raccontare la storia della 23enne è il quotidiano SalernoToday: la giovane paziente affetta da un tumore al seno aveva già subito, a soli 22 anni, un intervento per condrosarcoma dell’ala iliaca sinistra con un successivo trattamento di radioterapia all’ospedale Galeazzi di Milano. Successivamente, nel novembre del 2019, venne trasferita nel reparto di Chirurgia Senologica del San Carlo a causa di neoformazione mammella destra e linfoadenopatia ascellare sinistra.

L’esito degli accertamenti diagnosticarono alla ragazza un carcinoma alla mammella destra e metastasi ascellari controlaterali e così venne spostata in Oncologia Medica per il trattamento di chemioterapia neoadiuvante e immunoterapia. A seguito delle terapia, la settimana scorsa la 23enne è stata sottoposta, nel reparto di Chirurgia senologica, a mastectomia nipple sparing bilaterale con conservazione del complesso areola-capezzolo, biopsia del linfonodo sentinella a destra, linfectomia ascellare sinistra con utilizzo di Focus. In una nota dei medici si legge che “per restituire l’integrità corporea alla paziente sono state impiantate, dal dottor Maurizio Saturno di Chirurgia Plastica, protesi bilaterali”.

ULTIMO AGGIORNAMENTO