Al Sud il primo parco archeologico con certificazione Covid free

Numeri in crescita al parco archeologico meridionale: 8mila visitatori a giugno, 3522 dei quali dall’8 al 25 giugno

Valle dei Templi
Agrigento dalla Valle dei Templi


Il primo parco archeologico con certificazione Covid free? Si trova al Sud, in Sicilia. La Valle dei Templi, infatti, è stato il primo parco archeologico ad ottenere l’ok per le visite in completa sicurezza, una certificazione ottenuta grazie al riconoscimento delle misure di prevenzione e protezione adottate dopo l’analisi accurata delle attività, dell’organizzazione del lavoro, del layout degli ambienti.

E qui, intanto, i numeri del pubblico cominciano a salire dopo il lockdown per il Coronavirus. A giugno, infatti, la Valle ha accolto 8mila visitatori, 3522 dei quali dall’8 al 25 giugno. Un dato molto importante, segno di una situazione che va lentamente migliorando, e anche la certificazione è un bel biglietto da visita per il turismo internazionale.

Grazie all’etichetta di Covid free, infatti, il parco assicura ai visitatori la serenità di muoversi senza stress, con la certezza di godere della bellezza del luogo senza rischi. Il parco, inoltre, con l’adozione anche di percorsi d’accesso per persone con disabilità, si inserisce nell’avanguardia dei beni culturali in Sicilia e nel Sud Italia.

“La Sicilia, grazie alle straordinarie misure di contenimento adottate dal Governo Musumeci, è riuscita a mantenere bassa la soglia di propagazione del Covid. Una vacanza in Sicilia alla scoperta dei luoghi della cultura è, per ciò stesso e per l’adozione di tutti gli accorgimenti necessari a contenere la diffusione del virus, una vacanza protetta“, ha detto Alberto Samonà, assessore regionale dei Beni culturali e dell’Identità Siciliana.

Nello specifico, inoltre, la Valle dei Templi offre ingressi contingentati e orari prestabiliti, percorsi differenziati di entrata e uscita, dispositivi di sicurezza per i custodi, personale di accoglienza e il pubblico. In questi mesi il Parco ha studiato con molta attenzione le strategie da adottare per rendere ancora più sicura l”esperienza dei visitatori, scegliendo sistemi innovativi di ultima generazione che hanno permesso l’ottenimento della certificazione.

 

ULTIMO AGGIORNAMENTO