L’annona, il frutto che rende esotico il Sud e protegge il sistema nervoso

E' un frutto esotico che ricorda il mango per sapore, ma la mela e la pesca per le sue grandi proprietà nutrizionali



Il Sud è pieno di prodotti particolari, che lo rendono ancora più ricco di bellezza e di fascino. In questo articolo vi parliamo di un frutto esotico che cresce in Calabria, precisamente nella zona costiera vicino a Reggio Calabria. Qui, infatti, grazie ad un clima particolarmente mite, nasce uno dei frutti tropicali considerati tra i più gustosi al mondo: l’annona o cirimoia o cherimoya.

Questo frutto ha le dimensioni di un pompelmo, ma ha un gusto certamente più esotico. L’annona è il frutto raccolto tra settembre e dicembre dalla pianta annona, generalmente della specie cherimola. L’annona è un frutto dai semi grandi e dalla polpa molto zuccherina, e in un certo senso ricorda l’anguria. La sua polpa è piena di Kcal, sono 78 per 100 g. Apparentemente ricorda il mango, ma i suoi valori nutrizionali lo avvicinano di più alla mela o alla pesca. In più contiene:

– 1,57 g di proteine;
– 0,68 g di lipidi fra cui 0,233 g di grassi saturi, 0,055 g di grassi monoinsaturi e 0,188 g di grassi polinsaturi;
– 17,71 g di carboidrati fra cui 3,0 g di fibre e 12,87 g di zuccheri;
– 3 g di fibre;
– circa 300 mg di potassio;
– circa 11,5 mg di vitamina C.

Quali sono le proprietà dell’annona

Oltre che per un gusto quasi unico, e soprattutto tropicale, l’Annona è molto amata in ambito nutrizionale per la presenza di un grande quantitativo di antiossidanti tra i quali è possibile individuare un polifenolo noto come annonacina. Quest’ultimo, infatti, avrebbe la capacità di potenziare il potere antiossidante dell’organismo, ed in particolare proteggere il sistema nervoso e cardiovascolare dai danni indotti dai radicali liberi dell’ossigeno. Alcune ricerche, che sono ancora in fase sperimentale, attribuiscono a questo principio attivo anche delle attività antitumorali.

ULTIMO AGGIORNAMENTO