E’ meridionale il nuovo procuratore generale di Roma

E' sardo ed ha un curriculum molto vasto: fa parte della magistratura dal 1981



Il nuovo procuratore generale di Roma sarà un meridionale. Si chiama Antonio Mura, ed è stato scelto all’unanimità dal plenum del Consiglio superiore della magistratura. Ha 66 anni, è nato a Sassari (Sardegna) e fino ad oggi ha svolto lo stesso incarico a Venezia. A cedergli il posto nella Capitale sarà Giovanni Salvi, che dallo scorso novembre è procuratore generale della Cassazione.

Il curriculum di Antonio Mura è molto ricco. Fa parte della magistratura dal 1981, è stato consigliere del Csm e dal 2014 al 2017 ha ricoperto il ruolo di capo del Dipartimento per gli Affari di Giustizia del ministero. Nel 2017 ha avuto la nomina di Pg di Venezia, dove si è occupato del caso delle banche venete.

Sul suo tavolo sono finiti poi importanti processi, come quelli sugli omicidi di Maurizio Gucci, della giornalista Ilaria Alpi e dell’operatore Miran Hrovatin, dei giudici Ciaccio Montalto e Rosario Livatino, così come anche i giudizi sulla morte del piccolo Samuele Lorenzi a Cogne, sul crack Parmalat. Come riporta Il Messaggero, a Sassari Mura ha studiato al liceo Azuni, ed è stato, fino al 1981, un giocatore della Dinamo Sassari, nel ruolo di ala. Un altro meridionale che fa la differenza negli ambienti illustri della magistratura italiana.

Fonte foto: screen video Youtube Spin team

ULTIMO AGGIORNAMENTO