venerdì, Settembre 17, 2021
HomeRegione SiciliaCoronavirus, il Sud aiuta ancora il Nord: inviati tremila litri di igienizzante

Coronavirus, il Sud aiuta ancora il Nord: inviati tremila litri di igienizzante

Questo gesto ha un valore simbolico e solidale, e ovviamente è un piccolo contributo al contrasto della diffusione del virus nelle zone maggiormente colpite

Il cuore del Sud colpisce ancora. Anche se l'Italia sta lentamente uscendo dall'emergenza Coronavirus, con un netto calo dei contagi e dei decessi (dati molto incoraggianti soprattutto nelle regioni meridionali), continuano i gesti di solidarietà che uniscono il nostro Paese, senza distinzioni geografiche.

In queste settimane, con la riapertura delle attività, soprattutto negozi, bar e ristoranti, è diventata ancora più impellente la necessità di avere in dotazione mascherine e gel igienizzante. In quest'ottica si inserisce la donazione che Catania ha fatto a Bergamo, la città più martoriata dall'epidemia del Coronavirus. L'ateneo della città siciliana, infatti, da due mesi, grazie ad un progetto istituzionale per la produzione di gel igienizzante, nato da un protocollo d’intesa tra l'università di Catania e la Regione, ha inviato tremila litri di gel alla città lombarda. Non è la prima volta che l'università etnea aiuta enti e comuni, tanto da aver già donato 25mila litri di igienizzante.

Questo gesto ha un valore simbolico e solidale, e ovviamente è un piccolo contributo al contrasto della diffusione del virus nelle zone maggiormente colpite. Un esempio di solidarietà e fratellanza. L'ateneo donerà il gel al comune di Bergamo, all’università di Bergamo e al Comune di Somaglie, in provincia di Lodi, due città del Nord Italia tragicamente colpite dagli effetti della pandemia ancora in corso. E' importante ricordare come il gel igienizzante, le mascherine e il distanziamento, faranno parte per molto tempo delle nostre abitudini quotidiane.

"Donare un quantitativo di liquido igienizzante alle città e all'università di Bergamo e al comune di Somaglie è per noi motivo di particolare orgoglio - ha dichiarato il rettore dell'Università di Catania, Francesco Priolo - Desidero ringraziare in particolare il presidente Musumeci e l’assessore Razza perché questo è innanzitutto il risultato della proficua collaborazione tra istituzioni e un aiuto concreto che ha un forte significato simbolico: la nazione da Nord a Sud è davvero unita nel combattere questa emergenza".

LEGGI ANCHE...