Le vacanze degli italiani saranno in famiglia: al Sud la meta più desiderata

Per gli italiani, però, potrebbe tornare in voga una villeggiatura "anni '60", ossia quella che c'era prima dell'era della globalizzazione e degli arrivi e partenze internazionali.



Quella alle porte sarà certamente una stagione estiva particolare: si potrà andare al mare oppure no? Con il decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri di domenica scorsa si è stabilito che le attività di balneazione “sono esercitate a condizione che le regioni e le province autonome abbiano preventivamente accertato l’andamento della situazione epidemiologica e che individuino protocolli e le linee guida idonei a prevenire o ridurre il rischio di contagio nel settore di riferimento o in settori analoghi” (articolo 1, lettera “mm”).

In parole povere, si potrà tornare in spiaggia a patto che si rispettino tutte le misure di sicurezza e si garantiscano le tutte le disposizione pratiche ad assicurarle. Presto, inoltre, si sbloccheranno i confini regionali, per cui ci si potrà spostare liberamente all’interno del Paese.

Per gli italiani, però, potrebbe tornare in voga una villeggiatura “anni ’60”, ossia quella che c’era prima dell’era della globalizzazione e degli arrivi e partenze internazionali. Una vacanza in famiglia, senza ritmi frenetici.

L’estate italiana, secondo Airbnb, portale online che mette in contatto persone in cerca di un alloggio o di una camera per brevi periodi, sarà più lunga e soprattutto in Italia. L’82% degli italiani resterà nei confini nazionali, contro il 55% dello scorso anno. La regione più cliccata è la Sicilia, ma sono richieste anche Sardegna,Puglia e Trentino Alto-Adige.

Anche in virtù del distanziamento sociale, la scelta dell’alloggio ricade quindi sulla casa indipendente: la maggior parte degli italiani punterà su soluzioni indipendenti, come case singole, ville e bungalow. Sulla piattaforma di Airbnb attualmente sono oltre 64mila le case indipendenti con piscina, con l’offerta più ampia presente in Toscana, Sicilia, Puglia e Umbria.

Gli italiani quindi non vogliono rinunciare alle vacanze, neppure in tempi di emergenza Coronavirus. Ma quest’anno, a differenza di altri anni, l’aspetto sociale della vacanza sarà legato principalmente alla famiglia o a gruppi ristretti di amici, e il Sud è ancora una volta la meta più ambita.

ULTIMO AGGIORNAMENTO