domenica, Agosto 1, 2021
HomeSud ItaliaHorticultural tourism, crescono le visite al Sud nei grandi giardini

Horticultural tourism, crescono le visite al Sud nei grandi giardini

Tanti i meravigliosi parchi del Sud ad aderire all'iniziativa. Un progetto turistico culturale green che negli anni ha portato alla creazione di nuovi posti di lavoro

Al Sud cresce l'attenzione verso l'horticultural tourism, il settore turistico dedicato ai grandi giardini. Nel 2019 milioni di turisti italiani e stranieri sono andati alla scoperta degli orti botanici e dei parchi green più suggestivi di tutto il Meridione.

A coordinare il progetto con protagonista il polmone verde è Grandi Giardini Italiani, rete d'eccellenza fondata nel 1997 da Judith Wade per valorizzare il patrimonio botanico, artistico e paesaggistico dei parchi e dei giardini. L'iniziativa propone sul proprio sito internet centinaia di eventi ogni anno, con la possibilità di prenotare il proprio viaggio e acquistare online il biglietto per il percorso nel giardino più gradito.

Tantissimi i meravigliosi giardini del Sud conosciuti a livello internazionale ad aderire a questa iniziativa come la Reggia di Caserta, il Museo Nazionale di Pietrarsa e il Giardino di Palazzo Cocozza di Montanara. In totale sono 20 i giardini del Sud che hanno deciso di prendere parte al progetto turistico culturale "green", che ha portato negli anni anche alla creazione di nuovi posti di lavoro nel Mezzogiorno.

LEGGI ANCHE...