Trapianto miracoloso, giovane salvo grazie ai medici e al grande cuore di una famiglia del Sud

Portato subito in rianimazione, il 20enne ha accusato un forte malore mentre lavorava. In meno di 24 ore è arrivato un fegato nuovo

Trapianto


Il Sud ancora una volta conferma la sua eccellenza in campo sanitario con un caso di chirurgia. Protagonista questa volta la storia di un ragazzo originario della Costa d’Avorio arrivato al Sud Italia circa un anno e mezzo fa. Mentre era al lavoro in un bar di Bari, il giovane 20enne ivoriano è stato colpito da una forte insufficienza epatica.

Si tratta di Ismail Sangare, che dopo aver accusato il male è stato portato immediatamente presso la struttura del Policlinico di Bari. L’equipe di chirurgia è stata subito pronta a diagnosticare il caso di un’epatite fulminante ed è immediatamente corsa ai ripari sottoponendo Ismail a un trapianto di fegato in meno di 24 ore.

Appena arrivato al Pronto Soccorso è stato ricoverato in rianimazione e in poco meno di un giorno è stato donato al giovane 20enne un fegato nuovo grazie alla grande generosità di una famiglia pugliese. Operato da un team di 12 persone composto da medici, infermieri e personale sanitario, il trapianto è riuscito con successo e adesso Ismail è stato già dimesso e sarà ospitato per la convalescenza da una casa di comunità di Acquaviva delle Fonti, grazie all’aiuto di un infermiera che ha preso molto a cuore la delicata situazione del ragazzo ivoriano.

ULTIMO AGGIORNAMENTO