Sicilia: ritrovata pergamena scritta da Carlo V

La scoperta in una Chiesa di un centro nella zona dei Nebrodi.

Capizzi Carlo V
Fonte immagine: pagina Facebook Santuario Diocesano di S. Giacomo Maggiore-Capizzi.


Un’importante scoperta che farà la felicità degli amanti siciliani e non della Storia.

A Capizzi, nel Santuario di San Giacomo Maggiore, lo scorso autunno, sono stati trovati dei reperti storici databili al Medioevo e al Rinascimento. Tra questi c’è anche una pergamena scritta e firmata dall’Imperatore Carlo V.

Il testo riguarda diritti e privilegi del centro nei pressi di Messina e rappresenta un’occasione unica per gli studiosi dei rapporti che esistevano tra il sovrano e l’isola. La Sicilia rientrava tra i possedimenti di Carlo V, che la visitò nell’agosto del 1535.

ULTIMO AGGIORNAMENTO