Grandioso ritrovamento al Sud: abbraccio di mamma e figlio sfida il tempo

La scoperta degli scheletri di mamma e figlio abbracciati è avvenuta durante i lavori di ristrutturazione fognaria nella città

scheletri-mamma-figlio
Fonte: Facebook Salento Archeologico


Sopravvive nei secoli sfidando la forza del tempo l’abbraccio di una mamma e di un figlio pieno d’amore. Il ritrovamento commovente dei due scheletri che si abbracciano è avvenuto a Mesagne, in provincia di Brindisi, durante i lavori di ristrutturazione e di sostituzione della rete fognaria nel centro storico della città pugliese.

Appena ritrovati gli scheletri abbracciati nascosti sotto terra, subito è stata contattata la Soprintendenza Archeologica Belle Arti e Paesaggio di Brindisi, Lecce e Taranto. Così è stato dato il via libera per proseguire gli scavi con l’aiuto degli archeologi che hanno rinvenuto un totale di cinque tombe probabilmente risalenti al Medioevo. Oltre agli scheletri, gli archeologi hanno trovato anche tre anelli, un ditale, due fibbie da cintura e altri oggetti in bronzo, reperti che convalidano la tesi che gli scheletri di mamma e figlio abbracciati risalgano al periodo medievale (XIII-XIV secolo).