giovedì, Luglio 29, 2021
HomeNewsAl Pascale di Napoli i medici più bravi d'Europa per la cura...

Al Pascale di Napoli i medici più bravi d'Europa per la cura del cancro

I medici del Pascale di Napoli sono i migliori d'Europa nella lotta al cancro. Lo dimostra uno studio internazionale che ha individuato i migliori oncologici in ogni settore.

La Sanità campana vive di luci ed ombre. Nonostante sia ancora sotto commissariamento, l'eccellenza di alcuni suoi medici viene premiata da una studio realizzato da Expertscape, società internazionale che valuta medici e ospedali di tutto il mondo in base alle pubblicazioni e alle ricerche effettuate.

Da questo studio emerge che i medici napoletani sono i più bravi e preparati d'Europa. In particolare risulta che l'Istituto Pascale ha nel suo organico i migliori dottori al mondo.

Il primato è di Paolo Ascierto, oncologo del Pascale di Napoli, definito il primo medico in Italia per la cura del melanoma. Ascierto ha scalzato la concorrenza di 4 mila specialisti italiani e a livello europeo risulta essere il secondo su 25 mila e invece è quarto a livello mondiale su 65 mila esperti di tumori della pelle.

Grazie ai consigli dei medici che si occupano anche di prevenire i casi oncologici, le ultime statistiche ci dicono che al Sud Italia ci si ammala di meno di tumore.

staff pascale di napoli
Foto profilo Facebook dott.Paolo Antonio Ascierto

I nomi dei medici premiati del Pascale di Napoli

Tra i primati del Pascale da elencare ci sono anche i vaccini terapeutici anti tumori. In questo settore, nel nosocomio partenopeo lavora Luigi Buonaguro che si risulta essere al primo posto in Italia, ventesimo in Europa su 4.100 esperti. Il collega Franco Buonaguro invece è terzo in Italia e 33esimo in Europa. Mentre Maria Tornasello si aggiudica l'ottava posizione in Italia.

In riferimento alle patologie molecolari, Nicola Normanno si piazza al quinto posto in Italia. Sempre quinto anche Alessandro Morabito ma per le neoplasie del polmone a piccole cellule. Terzo posto in Italia invece per Sandro Pignata per il carcinoma dell'ovaio, mentre è 22esimo in Europa su 18mila esperti.

Nello staff del Pascale ci sono anche Antonio Avallone, undicesimo posto italiano per le neoplasie del retto, e Gaetano Facchini, tredicesimo posto per i tumori urologici.

pascale di napoli

Fondazione Pascale per la cura dei tumori

L’Istituto Nazionale per lo Studio e la Cura dei Tumori “Fondazione Giovanni Pascale” è stato fondato nel 1933 ad opera del Senatore Giovanni Pascale. Oggi è un Istituto di Ricovero e Cura a Carattere Scientifico (IRCCS) di diritto pubblico che, coniugando attività di ricerca (sperimentale e clinica) e prestazioni assistenziali di elevata complessità e qualità, rappresenta una tra le più importanti realtà sanitarie del Sud d’Italia in campo oncologico. L'Istituto si occupa di:

  • Tumore cervice uterina
  • Tumore del Corpo Uterino
  • Tumore del fegato e delle vie biliari
  • Tumore del Rene
  • Tumore della Vescica
  • Tumori al Polmone
  • Tumori al seno
  • Tumori della pelle e melanomi
  • Tumori della Testa e del Collo
  • Tumori delle Ossa e delle parti molli
  • Tumori Ovarici
  • Radioterapia

IL SUD ITALIA È PIENO DI BUONE NOTIZIE, MA NESSUNO NE PARLA. AIUTACI A DIFFONDERE LA BELLEZZA DEL MEZZOGIORNO, SEGUICI A QUESTO LINK --> http://bit.ly/NewsDelSud

I medici del Pascale di Napoli sono dunque tra i più bravi e preparati d’Europa. Una punta di eccellenza per la sanità campana, e meridionale, che unita ad altre realtà come quella dell'ospedale gratis a Catania e quella dell'Asl 3 di Napoli Sud che ha come fiore all'occhiello la colonscopia come metodo di prevenzione tumorale, merita di essere conosciuta e valorizzata.

LEGGI ANCHE...