martedì, Gennaio 31, 2023

Romeo e Giulietta, gli anziani attori denunciano tutti: "Zeffirelli lo aveva promesso"

Ricordate il film "Romeo e Giulietta" del 1968? Gli attori, oggi anziani, hanno deciso di portare tutti i tribunale. Scopriamo il motivo. 

Il grande Zeffirelli ci ha lasciati nel 2019 ma le sue opere continuano a restare indelebili nella storia del cinema mondiale. Il regista ha firmato moltissimi capolavori e tra questi uno dei più amati è certamente la storia di Romeo e Giulietta. L'iconico racconto di William Shakespeare ha visto diverse rappresentazioni al teatro e al cinema ma quella del regista italiano resta una delle più belle al mondo.

Oggi, a distanza di moltissimi anni, spunta fuori il caso che vede protagonisti proprio i due attori principali. Stiamo parlando ovviamente di Olivia Hussey e Leonard Whiting che nel 1968 erano due adolescenti e giovani attori emergenti. I due protagonisti oggi hanno rispettivamente 71 e 72 anni e hanno deciso di fare causa a una delle aziende che riproduce il film. Il motivo è davvero esilarante e svela un retroscena delle riprese mai confessato prima.

Gli attori di Romeo e Giulietta fanno causa alla Paramount: tutta colpa di una scena di nudo

A mettere discordia tra la Paramount e i protagonisti di Romeo e Giulietta è una scena di nudo. In molti ricorderanno una scena in cui i due ragazzi si lasciano andare alla passione ma cos'è che non è andato giù a Olivia Hussey e Leonard Whiting? Secondo la versione dei due attori infatti il regista aveva dichiarato il giorno prima delle riprese che i due avrebbero indossato abiti color nude per girare la scena. Arrivati sul set però le cose sono andate diversamente.

Olivia Hussey e Leonard Whiting

I due attori infatti hanno dichiarato che Zeffirelli cambiò idea e gli chiese di non indossare abiti ma con una promessa: nella telecamera non sarebbero apparse nudità. L'obiettivo, spiegava il regista ai giovani attori, era la realizzazione di una scena perfetta che non avrebbe messo a rischio la loro carriera. Oggi i protagonisti ormai adulti si ribellano a causa di presunti danni emotivi e morali che avrebbe decretato quell'imposizione. Oggi la Paramount si vede investita da una causa con la richiesta da parte dei due attori di ben 500 milioni di dollari come risarcimento ai danni subiti. Come andrà a finire? Lo scopriremo presto! Intanto il film continua ad essere uno dei capolavori più amati della storia del cinema.

LEGGI ANCHE>>>I film più visti al cinema in Italia nel 2022, spunta una verità dolorosissima: "È assurdo"

LEGGI ANCHE...