sabato, Settembre 24, 2022
HomeCuriositàRicordate Piotta, il rapper di "Supercafone"? Ecco che fine ha fatto

Ricordate Piotta, il rapper di "Supercafone"? Ecco che fine ha fatto

Vi ricordate Piotta, il rapper romano di “Supercafone”? È da un po’ che non lo si vede in giro e molti dei suoi affezionati fan si chiedono che fine abbia fatto. Scopriamolo insieme

Tommaso Zanello, in arte Piotta, è diventato davvero molto celebre verso la seconda metà degli anni 90 quando ha pubblicato il suo singolo “Supercafone”, grazie al quale ha vinto numerosi premi musicali. Non tutti sanno, però, che la sua carriera è iniziata molto prima. Tommaso, infatti, era molto giovane quando ha lavorato per diverse radio della capitale. Dopo quelle esperienze, poi, comincia a scrivere i suoi primi brani hip hop e inizia a collaborare con altri artisti romani. Fra questi, infatti, è impossibile non ricordare Ice One e i Colle der Fomento. Nell’ambito musicale romano e non solo, dunque, il suo nome era già noto da tempo. Il grande pubblico però, come detto, comincerà a conoscerlo solo dopo “Supercafone”. Nel 1998, infatti, pubblica “Comunque vada sarà un successo” all’interno del quale ci sarà quel brano e diversi altri con i quali si farà apprezzare in tutto lo Stivale.

Un altro grandissimo successo arriva solo qualche anno dopo. Grazie a “La mossa del giaguaro”, nel 2000 riesce a scalare le classifiche e registrare il tutto esaurito ad ogni suo concerto. Cinque anni dopo, inoltre, decide di fondare un’ etichetta discografica indipendente, La Grande Onda. Limitandoci solo a citare, dunque, gli ultimi tre lavori della sua discografia “Odio gli indifferenti”, “Nemici” e “Interno 7”, oggi vogliamo parlarvi proprio di quest’etichetta.

Ecco che fine ha fatto Tommaso Zanello

Come già accennato, Piotta ha fondato nel 2005 l’etichetta discografica indipendente La Grande Onda. Continua, ovviamente, a scrivere e pubblicare bellissimi brani rap e hip hop molto apprezzati. La sua principale attività, però, sembra che da un po’ di tempo sia quella di produttore. Con La Grande Onda, infatti, è riuscito a produrre progetti davvero importantissimi. Non possiamo, infatti, esimerci dal citare “Paura di nessuno” di Amir, “Heavy Metal” dei Cor Veleno e “Noseconossemo” di Herman Medrano.

Il buon Piotta, dunque, continua a sfornare brani memorabili sia da artista che da produttore. A quanto pare, infatti, è dai suoi esordi che non smette neanche un minuto di macinare grandi successi nel mondo musicale. Non ci resta altro da fare, a questo punto, che attendere qualche sua nuova produzione. Noi, come nostro costume, continueremo come al solito a tenervi aggiornati.

LEGGI ANCHE: Marracash spara a zero su Chiara Ferragni e Fedez: le parole al veleno del rapper

LEGGI ANCHE...