lunedì, Luglio 4, 2022
HomePersonaggiRaoul Bova svela un retroscena su Don Matteo: "Abbiamo avuto una discussione...

Raoul Bova svela un retroscena su Don Matteo: "Abbiamo avuto una discussione accesa sul set", cos'è successo

Da giovedì 28 aprile, Raoul Bova è sbarcato nella fiction di Rai Uno Don Matteo 13. È stato un giorno molto importante per l'attore romano di origini calabresi, dal momento che il pubblico ha iniziato a reagire e a metabolizzare l'addio di Terence Hill nella serie di successo. La puntata di debutto è stata senza dubbio positiva per l'artista, che ha regalato ascolti molto importanti al primo canale con la sua prima apparizione nella fiction. In un'intervista rilasciata a Gazzetta.it, il talentuoso attore ha svelato alcune curiosità e retroscena sulle riprese della scorsa estate, in cui sono avvenuti degli episodi molto particolari: "Il fatto che Don Massimo arrivasse a Spoleto con una moto è stato motivo di discussione: dovevamo decidere se usare la moto, la macchina o qualche altro mezzo. Una volta deciso restava da capire che tipo di motocicletta guidare", ha rivelato Bova riguardo al suo personaggio interpretato nella serie di Lux Vide.

L'attore, sempre in questa intervista concessa a Gazzetta.it, ha poi parlato di Don Massimo, il prete scelto per prendere il posto di Terence Hill dopo 13 stagioni in cui è stato protagonista. Nella prima puntata Raoul Bova ha portato in scena il nuovo parroco di Sant'Eufemia, un personaggio con un passato molto particolare che ha attirato subito grande curiosità nel pubblico dei telespettatori: "Massimo ha un passato battagliero, di grandi conflitti, è un sognatore, un viaggiatore, una persona abituata a stare spesso da solo perché il lavoro precedente lo costringeva a fare i conti con sé stesso". I fan appassionati di Don Matteo non hanno avuto nemmeno il tempo di accettare l'addio a Terence Hill, visto che il nuovo protagonista ha iniziato subito a conquistare i loro cuori. Gli ascolti di quella puntata della fiction in cui è arrivato Don Massimo sono stati straordinari e la controprogrammazione dei vari competitor è stata scavalcata abbondantemente.

Nelle scorse ore Bova è stato protagonista di un'interessante confessione sulla trama della serie di Rai 1, rivelando come sia riuscito a mantenere segrete le vicende della serie prodotta dalla Lux Vide anche ai suoi genitori: "Non l'ho rivelato a nessuno, è un segreto professionale". Ma davvero Terence ha detto per sempre addio a Don Matteo oppure prossimamente arriverà un altro colpo di scena? L'attore storico della fiction ha deciso di lasciare il set per i troppi mesi di riprese che non sarebbe riuscito a reggere. Nel corso di un'altra intervista al quotidiano Il Giornale, Raoul ha ammesso di aver compreso il collega e anche le scelte della produzione. Infatti Terence aveva chiesto di girare la serie con un numero di puntate ridotte, ma a causa dei costi era impossibile: "Non è detto che gli sceneggiatori non trovino soluzioni alternative che vadano bene a Terence. Io ne sono all'oscuro, ma la speranza è alla base della fede", ha concluso Raoul Bova.

 

LEGGI ANCHE...