venerdì, Gennaio 14, 2022
HomeSud ItaliaCalcioUn anno senza Diego Maradona, inaugurata la statua del Pibe davanti al...

Un anno senza Diego Maradona, inaugurata la statua del Pibe davanti al suo stadio: le immagini

L'opera è stata realizzata dal maestro Domenico Sepe e rappresenta un regalo del Comune di Napoli ai tifosi nel giorno dell'anniversario della scomparsa del Pibe

Sotto la pioggia insistente di Napoli, oggi è stato tolto il velo alla prima statua omaggio dedicata a Diego Armando Maradona. L'opera è stata realizzata dal maestro Domenico Sepe e rappresenta un regalo del Comune di Napoli ai tifosi: "Sono un grande tifoso, le mie radici sono in questa città, con questa statua volevamo tenere l'eternità di Diego e di chiunque lo abbia sostenuto". Inaugurata all'esterno dello stadio intitolato al Pibe, la statua resterà tra le Curve fino alle 22 di questa sera, per consentire ai tifosi di osservarla nel primo anniversario della morte di Diego, per poi trovare la sua collocazione definitiva.

Tante le persone presenti questa mattina all'evento: circa 300 tifosi intervenuti fuori dallo stadio, e Aurelio De Laurentiis, patron del Napoli, che aveva già visitato i murales dei Quartieri Spagnoli, si è presentato questa mattina a Fuorigrotta: "La statua mi piace? Quello che resta importante è il mito di Diego e che venga tramandato sempre", ha detto il presidente del Napoli, mentre i tifosi dietro si sono divisi tra tifo e critiche.

Presenti anche gli ex compagni di squadra di Maradona: da Renica a Bruscolotti, da Giordano a Carannante e poi Corrado Ferlaino, che sono intervenuti con l'assessore allo sport Emanuela Ferrante per ricordare Diego. Tra ieri a oggi tanti gli omaggi in tutta la città: alle 15 è arrivata a Napoli nelle scorse ore una delegazione di tifosi del Boca Juniors, prevista a Fuorigrotta, e poi nel pomeriggio la fiaccolata dedicata a Diego toccherà il famoso "Largo Maradona", la piazza dei Quartieri Spagnoli dove spicca il suo murale, ormai diventato un punto di ritrovo per molti fan del campione argentino.

"La scultura vuole simboleggiare l'amore di quest'uomo e nasce esclusivamente dalla passione e senza alcun altro scopo privatistico" , ha dichiarato Sepe. "Siamo venuti ad onorare la sua dedizione al mito - ha detto De Laurentiis allo scultore - ogni opera che verrà realizzata per Diego va rispettata e incarnata". La statua resterà nel piazzale davanti allo stadio fino alle 22 di questa sera, per poi passare in deposito in attesa dell'autorizzazione del Genio Civile.

Anche il figlio napoletano di Maradona, Diego Jr, ha commentato l'omaggio a suo padre nel giorno dell'anniversario della sua scomparsa: "Oggi sono molto triste, ma sto cercando di mascherarlo in tutti i modi. Però è bellissimo e meraviglioso l'affetto che ci ha dato la gente. Ha aiutato molto la mia sofferenza. Ho visto la gente del Boca e del River abbracciata al funerale di papà. E' stata una cosa meravigliosa. Credo che solo lui poteva generare tutto questo. Io sono napoletano e sono anche per metà argentino, per me oggi è un giorno triste, ma è anche un giorno in cui mi riempio d'orgoglio nel vedere tanta gente. Cosa mi resta di papà? Le tante partite guardate insieme, le tante cose private che abbiamo fatto. Lui era una persona bella che io ho conosciuto bene gli ultimi cinque anni della sua vita. Quello è il ricorso che voglio portare", ha concluso Diego Jr.

Fonte Foto Facebook - Ufficio stampa del Comune di Napoli

LEGGI ANCHE...