venerdì, Maggio 27, 2022
HomePersonaggiPino Strabioli: "Pino Daniele mi ha fatto capire che tutto è possibile"

Pino Strabioli: "Pino Daniele mi ha fatto capire che tutto è possibile"

Il noto conduttore, nonché regista teatrale, ha raccontato quanto alcuni personaggi famosi abbiano cambiato per sempre la sua vita

Pino Strabioli è uno dei volti più noti ed eleganti della televisione ma non solo, un regista teatrale e anche attore che ha lavorato con i grandi personaggi. La cultura di  Strabioli e gli aneddoti che ha raccontato nel corso della sua carriera e attraverso la biografia dei suoi ricordi sono davvero tanti, alcuni molto esilaranti, altri davvero commoventi.

In un'intervista rilasciata per l'emittente Tv 2000 all'intero del programma 'L'ora legale',  Pino Strabioli ha raccontato qualcosa sullo scomparso Gigi Proietti (2 novembre 2020): "E' stato l'ultimo dei grandi capocomici. Era un uomo coltissimo, ha incarnato il vero senso del teatro popolare, riempiendolo e facendo divertire, sognare ed emozionare, insegnando tanto a tante generazioni."

Nella stessa intervista Strabioli ha parlato anche d Pino Daniele e di come, l'amatissimo cantante partenopea gli abbia impartito dolcemente una lezione di vita: "Quando ero ragazzino, lui tenne un concerto ai giardini comunali di Orvieto, ma io non avevo i soldi per il biglietto. Lo aspettai fuori e glielo dissi chiaramente. Lui mi mise una mano sulla spalla e mi fece entrare insieme a lui. Non l'ho mai più visto nella mia vita, ma mu ha fatto capire quel giorno che tutto è possibile."

Il viaggio nei ricordi del registra teatrale si sposta anche memorie di personaggi lontani, che hanno caratterizzato lo spettacolo negli anni 60 e 70, una particolare evidenza è posta sull'incontro con Gabriella Ferri, la talentuosa cantante romana morta suicida: "E' stata un vero regalo. Sono andato un giorno a casa sua, in quanto mediamente un'amica avevo scoperto l'indirizzo di residenza. Ho bussato, lei ha aperto. Curiosamente, avevo delle bretelle, che in romanesco di chiamano straccali, e li mi disse 'Che vuoi da me?' Stava mangiando tonno e fagioli. Le dissi che volevo conoscerla e lei mi accolse nel suo salotto. Ha riconosciuto una mia urgenza, una mia verità. Io volevo solo scoprirla, testarne l'esistenza. Forse facevo tenerezza."

LEGGI ANCHE...