venerdì, Ottobre 7, 2022
HomeRegione CampaniaBomba della seconda guerra mondiale in Campania: evacuati 2.500 abitanti

Bomba della seconda guerra mondiale in Campania: evacuati 2.500 abitanti

L'ordigno bellico, ritrovato nel fiume Fenestrelle, si trova sotto il Ponte della Ferriera, ed è riemerso a seguito dei lavori per la realizzazione di un sottopassaggio nel settembre 2019, dopo 77 anni

In questi giorni circa 300 volontari della Protezione Civile della Regione Campania sono impegnati a supporto delle attività relative al disinnesco dell'ordigno bellico di Avellino che avverrà il 25 luglio prossimo con il coordinamento della Prefettura di Avellino e l'intervento del Genio Guastatori di Caserta.

Le attività della Protezione civile regionale sono finalizzate a garantire supporto sia nella fase di evacuazione dei cittadini del perimetro interessato (968 famiglie per complessive 2500 persone), sia nella fase propedeutica, al fine di informare la popolazione sul piano operativo. Come si legge in una nota della Protezione Civile Regione Campania, i residenti della zona coinvolta potranno infatti ottenere ospitalità per la giornata del 25 luglio prossimo (si prevede che l'intervento si svolga dalle 6.30 del mattino alle 17 del pomeriggio) nelle scuole messe a disposizione dal Comune.

Proprio al fine di raccogliere le adesioni dei cittadini ed informare la popolazione residente sul piano operativo per il disinnesco dell'ordigno bellico della seconda Guerra mondiale, domenica prossima 18 luglio la Protezione civile regionale installerà gazebo informativi ad Avellino in piazza Libertà, al Rione Mazzini e in via Carafa.

Le persone che sceglieranno di utilizzare i plessi scolastici potranno recarsi nelle tre aree di attesa individuate nel corso della riunione che si è svolta presso la Prefettura di Avellino (Parcheggio Mercatone, piazza Libertà, Rione Mazzini) ed essere trasferiti da lì in navetta presso le scuole. Sarà cura dei volontari della Protezione Civile della Regione Campania effettuare un servizio di pre allertamento della popolazione ai fini dell'evacuazione con l'uso di megafoni.

L'ordigno bellico, ritrovato nel fiume Fenestrelle, si trova sotto il Ponte della Ferriera, ed è riemerso a seguito dei lavori per la realizzazione di un sottopassaggio nel settembre 2019, dopo 77 anni: si tratta di una bomba lanciata dall'aviazione militare degli Stati Uniti d'America che bombardarono il 14 settembre del 1943 (detto il "lungo giorno") i soldati tedeschi in ritirata presenti nel territorio campano.

LEGGI ANCHE...