Arriva l’ora solare: questa notte lancette indietro di 60 minuti

Nella notte tra sabato 24 e domenica 25 ottobre alle 3 si dovranno spostare le lancette indietro di un'ora



Stanotte bisognerà spostare le lancette un’ora indietro. Tra sabato 24 e domenica 25 ottobre torna l’ora solare: alle 3 si dovranno spostare le lancette indietro di 60 minuti, tornando così alle ore 2:00.

L’ora solare resterà fino all’ultimo week end del mese di marzo e potrebbe essere l’ultima volta. Infatti, ad aprile sapremo se il 2021 decreterà o meno la fine dell’ora legale che ci accompagna da 54 anni. L’Italia dovrà scegliere, stando a una direttiva europea, se continuare con l’alternanza o rimanere fissi sull’ora legale.

In Italia, la prima adozione dell’ora legale risale al 1916, quando fu limitata al solo periodo estivo. Fino al 1920, l’inizio fu anticipato a marzo ma per i successivi venti anni non se ne parlò più. L’ora legale tornò in auge solo nel 1940, in pieno periodo bellico, e proseguì fino 1948: è proprio in quell’anno che lo spostamento delle lancette fu il più anticipato della storia, al 29 febbraio.

Con l’uso dell’ora legale si determina che, per un dato territorio, l’ora ufficiale dello stato venga calcolata in anticipo rispetto all’ora solare (naturale). Le ragioni sono due: da un lato questa misura consente risparmi energetici, poiché centrando una parte rilevante delle attività durante le ore di luce solare si riduce il ricorso all’illuminazione artificiale; dall’altro i cittadini possono beneficiare di un maggior numero di ore di luce solare.

La proposta della Commissione Europea è consentire a ciascun Stato di decidere se applicare o meno l’ora legale o quella solare in maniera permanente. La proposta deriva dal fatto che il motivo del risparmio energetico “non sussiste più”.