E’ del Sud il nuovo segretario generale della Fns Cisl nazionale

Il compito di Massimo Vespia sarà quello di guidare il più grande sindacato dei lavoratori in divisa della Cisl

Foto Facebook Massimo Vespia


E’ meridionale il nuovo segretario generale della Federazione Nazionale della Sicurezza della Cisl, il sindacato che rappresenta i lavoratori dei vigili del fuoco e della polizia penitenziaria. Il consiglio generale dell’organizzazione sindacale si è riunito nelle giornate di ieri ed oggi, presso il Grand Hotel Duca d’Este di Tivoli, per eleggere il nuovo vertice della Fns Cisl, alla presenza di circa 150 delegati provenienti da tutta Italia e dei massimi rappresentanti Anna Maria Furlan e Luigi Sbarra.

Il nuovo segretario generale della Fns Cisl nazionale è Massimo Vespia, 47enne originario di Reggio Calabria in servizio operativo presso il comando dei vigili del fuoco di Rieti e giornalista pubblicista. Vespia aveva già ricoperto altri incarichi sindacali in precedenza, divenendo nel 2013 segretario provinciale di Rieti e dal 2015 a capo della segreteria regionale del Lazio: con questo prestigioso incarico prenderà il posto di Pompeo Mannone, storico segretario nazionale.

Il compito di Massimo Vespia sarà quello di guidare il più grande sindacato dei lavoratori in divisa della Cisl. Nel corso del consiglio, il nuovo segretario nazionale ha presentato la sua ultima pubblicazione edita da Edizioni Lavoro “Dal soccorso alla sicurezza. Origini ed evoluzione della Fns Cisl”, un saggio storiografico sui settant’anni del movimento sindacale dei vigili del fuoco cislino. Vespia sarà affiancato dai segretari nazionali Maurizio Giardina e Roberto Bombara per la componente dei vigili del fuoco, e da Mattia D’Ambrosio e Raimondo Inganni per il settore della polizia penitenziaria.

In generale sono innumerevoli le menti brillanti del Sud scelte per ricoprire importanti incarichi nazionali. Di recente via abbiamo raccontato anche della professoressa Emanuela Navarretta, scelta dal Capo dello Stato Sergio Mattarella come Giudice della Corte Costituzionale. Nata a Campobasso il 3 gennaio 1966, la docente si laurea nel 1989 con il massimo dei voti e la lode in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Pisa. Successivamente, nel 1992, consegue con il massimo dei voti e la lode il dottorato di ricerca della Scuola Superiore Sant’Anna. E’ professore ordinario di Diritto Privato e di Diritto Privato Europeo presso l’Università degli Studi di Pisa e avvocato.