Il cuore del Sud: quattro giovani chirurghi donano 4mila euro a ragazzi autistici

Un grande gesto di generosità da parte di quattro chirurghi appena assunti: la somma di denaro servirà per realizzare un laboratorio di musica



Il Sud dimostra ancora una volta di avere una generosità immensa, soprattutto nei confronti di chi ne ha più bisogno. Un grande gesto di solidarietà ieri è arrivato da quattro giovani chirurghi appena assunti all’Ospedale Santa Maria delle Grazie di Pozzuoli, che hanno deciso di donare 4.000 euro a un Centro che ospita ragazzi autistici. La somma donata servirà per la realizzazione di un laboratorio musicale.

A riportare la notizia è la pagina Facebook dell’Asl Napoli 2 Nord, che ha raccontato la nobile iniziativa dei giovani chirurghi: “Al Centro BlunAuti di Qualiano quattro giovani chirurghi (Francesco Esposito, Antonio Sciuto, Claudio Mauriello, Nicola Castaldo) hanno consegnato doni per 4.000 euro ai ragazzi con sindrome di autismo seguiti dal Centro. Si tratta di materiale che servirà per realizzare un laboratorio di musica”.

Alla giornata hanno partecipato il Direttore Generale dell’Asl Napoli 2 Nord, Antonio d’Amore; il Direttore dell’Unità di Neuropsichiatria Infantile, Anna Capocasale; il Primario della Chirurgia di Pozzuoli, Felice Pirozzi; l’avvocato Paolo Vassallo, Presidente dell’Associazione Autism Aid onlus. Durante la mattinata è stato presentato un protocollo operativo che porterà l’Asl ad essere la prima in Campania ad avere percorsi ospedalieri dedicati a pazienti con sindrome di autismo.

“Il tavolo di lavoro che abbiamo insediato per realizzare percorsi terapeutici ospedalieri dedicati ai pazienti affetti da disturbi dello spettro autistico è un esempio di quali buoni frutti sia possibile raccogliere nel dialogo tra associazioni ed Istituzioni, ha spiegato l’avvocato Paolo Vassallo.

“Ringrazio questi giovani chirurghi che oltre a dimostrare le proprie capacità e conoscenze entrando stabilmente nell’equipe del dottor Pirozzi, hanno dimostrato di avere cuore, pensando agli altri nel momento in cui festeggiavano la propria assunzione. Ringrazio inoltre, l’associazione Autism Aid per averci dato lo spunto per lavorare su un tema tanto delicato e importante come l’assistenza ospedaliera ai pazienti affetti da sindrome dello spettro autistico”, ha concluso Antonio d’Amore, Direttore Generale dell’Asl Napoli 2 Nord.

ULTIMO AGGIORNAMENTO