Produttore meridionale trionfa alla Mostra del Cinema di Venezia

Il produttore cinematografico di origini meridionali ha conquistato il festival aggiudicandosi il premio Starlight Cinema International Aword

Foto Facebook Antonio Chiaramonte


Grande soddisfazione per il Sud Italia alla 77esima edizione della Mostra del Cinema di Venezia. Antonio Chiaramonte, produttore cinematografico di origini catanesi, ha conquistato il festival aggiudicandosi il premio “Starlight Cinema International Aword” come miglior produttore nel sociale con la pellicola “Io ho denunciato”.

“Sono onorato di aver ricevuto questo prestigioso riconoscimento – ha dichiarato Antonio Chiaramonte – Il film ‘Io ho denunciato’ è inserito in un progetto educativo realizzato in collaborazione con l’avvocato Enzo Guarnera e il Ministro della Pubblica Istruzione”. La pellicola tratta di un’attenta analisi psicologica della vita di un testimone di giustizia che, per aver denunciato racket, estorsioni e violenze fisiche, si ritrova a dover abbandonare la sua terra e i suoi affetti più cari e a vivere sotto scorta: un racconto ispirato alla storia vera di un imprenditore siciliano.

“Non solo emozionare il pubblico ma anche, e soprattutto, educarlo, promuovere il progetto di legalità estesa, un rispetto alle leggi che va al di là della scuola, della famiglia e delle realtà sociali frequentate dai ragazzi. Il mio messaggio è che nella vita di tutti i giorni bisogna agire nel rispetto della legge, facendo della legalità il nostro mantra. Dedico questo premio all’avvocato Guarnera, a tutto lo staff, al regista e a tutti coloro che davanti e dietro la macchina da presa fin da subito hanno fortemente appoggiato questo nuovo modo di fare cinema”, ha commentato il produttore catanese.

Antonio Chiaramonte ha inoltre dichiarato di essere molto legato a questo film, anche come siciliano: “Sono nato e vissuto a Catania. Sono stanco di vedere la mia terra presentata come luogo di mafia, dove le donne vestono sempre a lutto – ha spiegato a Catania Today il produttore meridionale – La Sicilia è anche terra di tanta gente perbene, di persone che come il protagonista del mio film dicono no alla mafia. La Sicilia è anche terra di cultura, di musica e di arte.