Selvaggia Lucarelli innamorata di un luogo del Sud: “Cerco casa qui, è meraviglioso”

La Lucarelli, infatti, si è letteralmente innamorata di questa regione, purtroppo poco conosciuta e di cui si parla troppo poco

Foto Instagram @selvaggialucarelli


In queste settimane vi abbiamo spesso raccontato dei vip (tantissimi) che hanno scelto o stanno scegliendo il Sud per le loro vacanze estive. L’elenco è davvero lungo e continua a riempirsi di nomi, nonostante siamo già nella terza settimana di agosto. Qualcuno ha fatto tappa solo in alcuni luoghi, qualcun altro invece ha addirittura realizzato dei veri e propri tour al Meridione. Tra questi c’è Selvaggia Lucarelli, personaggio sempre molto in evidenza in Italia, che ha trascorso le sue vacanze in giro per il Sud, pubblicando ogni step sul suo profilo Instagram.

La Lucarelli ha viaggiato con quello che si presume sia il suo compagno, e scorrendo nel suo Instagram si può ripercorrere l’itinerario che ha scelto per questa strana estate di emergenza Coronavirus. Prima ha fatto tappa in Campania, visitando l’Anfiteatro di Santa Maria Capua Vetere (“che spettacolo”, ha commentato entusiasta), poi si è spostata in Puglia, dove è rimasta circa due settimane, facendo tappa in tante città: Monopoli, Cisternino, Alberobello, Alessano, Tricase, Specchia e altri luoghi caratteristici pugliesi. Dalla Puglia, poi, si è spostata più a Nord, fermandosi nel Molise.

Ed è qui che è scattata la scintilla. La Lucarelli, infatti, si è letteralmente innamorata di questa regione, purtroppo poco conosciuta e di cui si parla troppo poco, e lo ha fatto visitando le aziende del luogo, parlando con i proprietari dei ristoranti e attraversando i sentieri dei turisti per arrivare alle cascate. Ha visitato luoghi che molti neppure conoscono, ovviamente bellissimo. Il suo viaggio non è passato inosservato, ma soprattutto non è fine a se stesso, visto che la Lucarelli è decisa ad acquistare casa proprio qui.

“Ho scritto che è una regione struggente e meravigliosa, dimenticata, così abituata a bastare a se stessa che non si ricorda neanche più di raccontarsi. Ho ricevuto così tanto affetto dai molisani che qualche lettera l’ho anche pubblicata sul Fatto Quotidiano. Spero che il Molise abbia un domani pieno di turisti, di cartelli che indicano le bellezze del luogo e, soprattutto, di politici all’altezza, a partire da quelli che si occupano di turismo. Viva il Molise, e a presto, visto che proprio lì stiamo cercando una casa.