Un pianoforte sul fiume: al Sud la magia della musica si fonde con la natura

La magia della musica si fonde con il rumore dell'acqua: sul fiume meridionale una vera e propria emozione



La quarantena per l’emergenza Coronavirus ha riacceso le luci sulla parti più intime e umane del nostro animo. I mesi passati in casa, spesso senza contatti sociali, hanno costretto le persone a guardarsi dentro, a sentire più profondamente i loro pensieri e le loro sensazioni. E c’è chi durante il lockdown ha dato voce alla propria arte, e ha creato qualcosa di bello da condividere col mondo. Ad esempio Bruno Bavota, un musicista napoletano, già famoso per essere stato scelto da Paolo Sorrentino per per “The Young Pope” e “The New Pope” e dalla Apple per uno spot.

Durante la quarantena a casa, infatti, Bavota ha realizzato un album, “Apartment Songs vol. 1”, da cui ha estratto un brano per suonarlo in luogo magnifico e dar vita a un momento di pura magia. Come pubblicato in un video sulla sua pagina Facebook, infatti, il musicista ha suonato sul fiume Sele, a Contursi Terme, nel Salernitano: “Ho suonato qui – racconta nel post sui social – per lanciare un messaggio sull’importanza del nostro impatto sul mondo che stiamo vivendo. Nonostante innumerevoli attacchi, il fiume è ancora vivo grazie al lavoro degli ambientalisti”. Questa bellissima iniziativa rientra negli eventi delle Giornate del Fiume, che si svolgono a Contursi Terme per sensibilizzare le persone sulla questione ambientale e sull’importanza della salvaguardia del fiume Sele.

Il Sele è un importante fiume della Campania, lungo 64 km, il secondo della regione e del Mezzogiorno d’Italia per volume medio d’acque dopo il Volturno, tributario del Mar Tirreno. Il corso del fiume è tutelato dalla Riserva naturale Foce Sele – Tanagro. Il fiume nasce alle pendici sud-orientali del Monte Paflagone (contrafforte del Monte Cervialto), presso il comune di Caposele in provincia di Avellino. Prende a scorrere verso sud costeggiando la rocca di Quaglietta, i Bagni di Contursi e ricevendo presso Contursi Terme da sinistra il Tanagro, principale tributario, che ne incrementa notevolmente la portata.

ULTIMO AGGIORNAMENTO