Cieche dalla nascita, due gemelle meridionali si laureano nello stesso giorno

Una storia che insegna a non mollare mai e a credere sempre nei sogni, oltre ogni limite

Foto di Non vedo che Bari


Per i sogni non ci sono né età né limiti. Lo sanno bene Federica e Maria Pia, sorelle gemelle di 22enni, di Trani, cieche dalla nascita, che in questi giorni hanno raggiunto un traguardo incredibile, che dall’esterno poteva sembrare quasi impossibile. Le ragazze, infatti, si sono laureate insieme, nello stesso giorno, in Scienze Turistiche. Una storia bellissima, raccontata dalla pagina Facebook “Non vedo che Bari”: “Federica e Pia non hanno solo il merito di essersi impegnate proficuamente negli studi, ma dimostrano a tutti noi quanto sia importante non arrendersi di fronte agli ostacoli che la vita vorrebbe porci, la loro forza invita tutti noi ad affrontare la nostra quotidianità con il sorriso, guardando sempre alla bellezza che è nel mondo”.

Le due ragazze, nonostante le difficoltà ovvie presenti sempre nella loro quotidianità, hanno saputo scovare la bellezza in ogni cosa. Entrambe sono degustatrici professionali di olio extravergine d’oliva e sono tra i soci fondatori dell’associazione “Talenti del Gusto”. Inoltre, amano l’arte e la fanno propria in due forme diverse: Federica è una bravissima cantautrice e Pia è una talentuosa poetessa e scrittrice. Il loro percorso racconta in modo perfetto come la vita sia una sfida continua, da vincere sempre. 

Come riporta La Repubblica, Maria Pia ha scelto di scrivere una tesi in Storia dell’architettura dal titolo “L’architettura barocca meridionale: itinerari nel barocco salentino e siciliano”; Federica, invece, ha scelto il tema “La dimensione sociale del turismo: il sistema turistico in Puglia”. Con loro, come sempre, la mamma, il papà, i fratelli minori e gli amici di sempre, che hanno aiutato le due ragazze in questi anni a superare le barriere e studiare attraverso l’apprendimento del sistema di lettura e scrittura tattile Braille. La storia di Maria Pia e Federica insegna a guardare la vita da un’altra prospettiva: superare i limiti è davvero possibile.

ULTIMO AGGIORNAMENTO