Al Sud la migliore località d’Italia per gli animali: possono divertirsi al mare

E' meridionale la località perfetta per l'estate dei nostri amici a quattro zampe



Fino a qualche settimana fa, l’estate degli italiani era ancora in dubbio a causa dell’emergenza Coronavirus. Ora che la situazione sembra essere migliorata, si vagliano le varie ipotesi per le mete da prediligere. Per chi ha un animale domestico, è ancora più necessario cercare una località adatta non solo a sé, ma anche al proprio amico a quattro zampe.

In questo senso, una delle mete preferite dagli italiani per il turismo “amico degli animali”, sembra essere meridionale. Vieste, città pugliese, è una delle destinazioni preferite in questa ottica. Essa, infatti, guarda molto al benessere degli animali, essendo tra le poche località del Sud senza randagi, grazie al progetto Zero Cani.

Qui, infatti, sono circa 60 i lidi che accettano animali, e in quasi tutte le spiagge libere è possibile accedere con il proprio cane, passeggiare e fare il bagno. La balneazione animale è possibile sempre nelle spiagge libere ad eccezione della fascia oraria 10-13 e 16-18, ossia negli orari di massima affluenza della gente in acqua.

Per quanto riguarda l’orario della balneazione nei lidi, ogni gestore avrà la sua autonomia e potrà anche decidere di non mettere limiti. Per tutelare chi non ama condividere la spiaggia con gli animali, saranno riservati dei tratti di spiaggia libera. Con il proprio animale sarà poi possibile fare escursioni alle grotte marine, alle Isole Tremiti, musei e siti archeologici.

Gli animali potranno entrare in ristoranti, negozi e strutture turistiche. Di queste ultime, alcune saranno attrezzate per gli animali, con piscina e aree dog sitter e animazione per animali. La Lega del cane Vieste, come riporta Foggia Today, invita “chi deve prenotare la propria vacanza a Vieste ad accertare se il lido della struttura dove si intende prenotare, li accetti o meno, in quanto abbiamo riscontrato che alcune strutture turistiche, pur ospitando animali, hanno convenzione con lidi che non li accettano”.

ULTIMO AGGIORNAMENTO