L’Alta Velocità raddoppia: arriva il treno diretto Venezia-Reggio Calabria

Dopo il Torino-Reggio Calabria, arriva un nuovo collegamento che unirà il Nord al capoluogo calabrese



E’ partito due giorni fa, il 3 giugno 2020, il primo treno dell’Alta Velocità che da Torino arriva a Reggio Calabria. Una novità importante introdotta sia da Frecciarossa che da Italo (per quest’ultimo prima partenza a metà giugno), che ampliano la propria offerta aggiungendo un collegamento diretto tra il Nord e nuovi territori meridionali. Si tratta del più lungo collegamento ad alta velocità in Europa, e copre 1.266 chilometri.

Italo garantirà soste anche nelle zone di villeggiatura. Ci saranno fermate intermedie che consentiranno di raggiungere i luoghi di mare come Agropoli/Castellabate, Vallo della Lucania e Sapri, proseguendo poi verso la Calabria, servendo così Paola, Lamezia Terme, Rosarno e Villa San Giovanni, terminando la corsa a Reggio Calabria.

Ma è notizia di oggi che Trenitalia ha deciso di inserire già un nuovo collegamento per il Sud: dopo il Frecciarossa Torino-Reggio Calabria, infatti, in programma c’è il lancio di un altro tratto diretto a lunga percorrenza tra Nord Italia e la città calabrese dello Stretto.

A breve potrebbe arrivare il Frecciarossa Venezia-Reggio Calabria: un collegamento che consentirà di raggiungere dalla città della laguna il capoluogo calabrese (e viceversa) in poco più di 9 ore e senza cambi. Le fermate sarebbero le seguenti: Padova, Bologna, Firenze, Roma, Salerno, Paola, Lamezia, Rosarno e Villa San Giovanni.

Questo collegamento era già stato programmato per il 2020, ma non è entrato in funzione a causa della pandemia del Coronavirus. Doveva essere effettuato da un Frecciargento, ma ora nel nuovo piano di Trenitalia per i collegamenti del Paese si è optato per un altro Frecciarossa.

Sulla data dell’attivazione del collegamento non ci sono ancora ufficialità: si spera che possa partire già in estate, ma in ogni caso non si dovrebbe andare oltre l’inizio dell’autunno.

Una buona notizia, comunque, per i calabresi che desiderano visitare Venezia senza eccessivi stress dovuti al cambio dei mezzi di trasporto.

ULTIMO AGGIORNAMENTO