domenica, Agosto 1, 2021
HomeRegione SiciliaAngioplastica, al Sud eseguito intervento con nuova tecnologia Impella

Angioplastica, al Sud eseguito intervento con nuova tecnologia Impella

La tecnologia innovativa è nata per dare supporto ventricolare temporaneo in pazienti con funzione cardiaca depressa

Non solo lotta incessante al Coronavirus. Nel Meridione la ricerca scientifica non si ferma nemmeno per tutti gli altri tipi di patologie e le operazioni andate a buon fine sono tante in moltissimi ospedali. Basti ricordare l'intervento record avvenuto qualche giorno fa al Pascale di Napoli di cui vi abbiamo già raccontato, dove i medici hanno asportato a una paziente diabetica di 72 anni ben otto tumori concentrati tutti nell'unico rene rimastole.

Un'altra storia che decreta di fatto il successo dei medici e di tutti gli operatori delle strutture sanitarie meridionali arriva da Caltagirone, in provincia di Catania. Presso l'Unità Operativa Semplice Dipartimentale di Emodinamica dell'Ospedale "Gravina" è stato eseguito un intervento di alta specialità su una donna di 60 anni affetta da grave cardiopatia e insufficienza renale in ultimo stadio.

La novità riguarda una nuova tecnologia utilizzata: si chiama "Impella" ed è stata creata per dare supporto ventricolare temporaneo in pazienti con funzione cardiaca depressa, che ha consentito agli operatori sanitari di eseguire in tutta sicurezza un intervento di angioplastica molto complesso e ad altissimo rischio. Come riportato dall'Ansa, l'intervento è stato condotto dal medico Daniele Giannota, direttore dell'Emodinamica, con la collaborazione dell'equipe del reparto e col supporto a distanza di Anteo Masciotra, specialist per Impella.

La paziente adesso è ricoverata in UTIC ed è in buone condizioni di salute. "Il risultato conseguito è frutto di un lavoro di squadra - ha affermato il dottor Daniele Giannota -. Ringrazio la direzione strategica che ha garantito risorse umane e tecnologiche, puntando sulla ricerca e l'innovazione, per erogare servizi di qualità e in sicurezza. Queste prerogative sono state sempre rispettate, tanto più in questo periodo di emergenza pandemica, assicurando ai cittadini le risposte necessarie ai bisogni urgenti e emergenti".

I complimenti agli operatori per la buona riuscita del difficile intervento sono arrivati anche dalla Direzione Strategica dell'Asp di Catania: "Innovazione tecnologica e aggiornamento del personale sono i driver migliori per costruire percorsi assistenziali moderni, efficaci e sicuri. I risultati conseguiti sono eccellenti e testimoniano la grande capacità di risposta sanitaria dell'Ospedale che, compatibilmente con le disposizioni nazionali Covid, ha continuato a erogare alla comunità servizi di qualità e in sicurezza".

LEGGI ANCHE...