domenica, Luglio 25, 2021
HomeRegione SiciliaMaria Grazia Cucinotta fa arrivare in Italia 100mila mascherine

Maria Grazia Cucinotta fa arrivare in Italia 100mila mascherine

Nonostante tante polemiche, specialmente negli ultimi giorni, tendano a dividere Nord e Sud e a creare un federalismo non politico ma sociale, per i discorsi nei salotti e nelle tv, è bello ricordare che, in questo periodo legato all’emergenza Coronavirus, il Paese sia tendenzialmente unito. Tante le iniziative di solidarietà, tanti gli appelli di vicinanza che hanno viaggiato dal Trentino alla Sicilia.

Ed è bello segnalare, quando possibile, tutte le iniziative di generosità che stanno stringendo l’Italia nello stesso dolore ma soprattutto nella stessa voglia di resistere e di ricominciare.

Tra queste vi riportiamo il gesto bellissimo di Maria Grazia Cucinotta, attrice siciliana amatissima, che è riuscita con il suo interessamento a far arrivare in Italia circa 100mila mascherine. Queste ultime sono state inviate da Fang Li, il suo produttore cinese, con la cui Lauren Production ha girato, la scorsa estate, un film in Sicilia.

Quando in Italia sono scoppiati i primi focolai di Coronavirus, il produttore si è subito messo in contatto con l’attrice per poter dare una mano. Così, la Cucinotta, ha spiegato che c’era un urgente bisogno di mascherine professionali per medici e sanitari che lottavano in prima linea.

L’uomo così si è attivato e ha inviato un primo carico che però si è perso nelle frontiere europee. Così, senza perdersi d’animo, i due hanno organizzato un secondo carico, che grazie alla Croce Rossa è arrivato a destinazione.

L’attrice siciliana ha spiegato inoltre che continuerà ad interessarsi in prima persona per le iniziative di solidarietà. Ora si cercano tute, occhiali e gli altri dispositivi, ovviamente a norma per gli ospedali.

Maria Grazia Cucinotta, come tutti gli italiani, sta trascorrendo la quarantena nella sua casa di Roma, rispettando tutte le disposizioni di prevenzione. Nel corso di un’intervista ha dichiarato di apprezzare questo stop e di impiegare molto tempo ai fornelli, sbizzarrendosi con la cucina siciliana.

 

LEGGI ANCHE...