“Acalate o panaro”: al Sud l’iniziativa delle Parrocchie per la consegna a domicilio

Una vecchia tradizione "Made in Sud" ripresa per aiutare gli altri nel periodo di emergenza Coronavirus

Acalate o Panaro
Foto Facebook Don Peppino De Luca

Tantissime Parrocchie del Sud stanno aderendo all’iniziativa solidale tutta napoletana chiamata “Acalate ‘o panaro”. Ad avere l’idea è stato il parroco della Parrocchia San Francesco di Paola, Don Peppino De Luca, insieme alle associazioni “Clan Nautilus Scafati 1” e “Auser Scafati”. Una consegna a domicilio originale, in questi tempi di Coronavirus, che riprende un’antica usanza partenopea.

Gli anziani e le persone in difficoltà potranno usufruire di questa vecchia e divertente tradizione per la consegna domiciliare di farmaci e alimenti. L’iniziativa nasce dalla necessità di stare quanto più lontano possibile gli uni dagli altri per evitare il contagio, ma rimanendo comunque uniti attraverso gesti di solidarietà.

Calare il “panaro”, in italiano il “paniere”, è un’usanza nata nei vicoli di Napoli tramandata di generazione in generazione. Il “panaro” è un cesto in vimini o in plastica legato ad una corda che si cala dall’alto dei balconi o delle finestre verso qualcuno in strada che lascia o prende qualcosa all’interno, in questo caso specifico cibo o farmaci. Il termine deriva dal latino “panarum” che indica il cesto nel quale si riponeva il pane.

Condividete! …ACALATE 'O PANARO!Organizziamo la speranza!Aspetto altre associazioni e singoli per offrire un più ampio servizio!Scegliamo di essere "distanti" per essere più vicini che mai!

Gepostet von Don Peppino De Luca am Montag, 9. März 2020

ULTIMO AGGIORNAMENTO