Totò, le 8 stranissime curiosità che non sai su di lui

Il 15 febbraio del 1898 nasceva a Napoli Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi de Curtis di Bisanzio, in arte Totò. Antonio De Curtis era un nobile solitario e malinconico ma geniale, che ha lasciato un segno indelebile nella storia della comicità napoletana e italiana.

Nel giorno del suo compleanno, vogliamo rivelare 8 curiosità su di lui che sicuramente non conoscete:

1) Totò nacque alle ore 7:30 in via Santa Maria Antesaecula al Rione Sanità, al numero civico 109;

2) Inizialmente sua madre Anna Clemente lo registrò all’anagrafe come Antonio Clemente. Solo successivamente il padre, Giuseppe de Curtis, lo riconobbe come figlio naturale;

3) Quando era piccolo si divertiva giocando a fare il prete. Aveva costruito in casa un piccolo altare con delle candele. Questa sua vocazione però sparì con l’adolescenza;

4) Il suo inconfondibile naso “deviato” fu causato da un pugno ricevuto durante una partita di boxe nel cortile del collegio Cimino;

5) Era soprannominato ‘o spione perché aveva un sogno nascosto, quello dell’investigazione;

6) Totò toglieva sempre il cappello quando attraversava il palcoscenico. Sapete perché? Perché aveva molto rispetto per il teatro;

7) Totò era pigro, dormiva fino a tardi e si metteva in movimento solo verso le cinque del pomeriggio.

8) Il suo nome completo è lunghissimo: Antonio Griffo Focas Flavio Angelo Ducas Comneno Porfirogenito Gagliardi de Curtis di Bisanzio, in arte, appunto, Totò.

ULTIMO AGGIORNAMENTO