Giornata Mondiale contro il cancro: dal Sud 160 milioni per la ricerca

La Campania investe molti soldi nella ricerca: lo ha spiegato Vincenzo De Luca



Si celebra oggi, in tutto il mondo, la Giornata Mondiale contro il cancro. Arrivata alla 20esima edizione, la ricorrenza è sostenuta dall’Organizzazione Mondiale della Sanità.

Trovare una cura al cancro è uno dei principali obiettivi del mondo contemporaneo, che coinvolge i più svariati ambiti: medico, tecnologico, scientifico, che ovviamente necessitano di risorse e competenze.

L’Italia è tra i primi posti in Europa nella cura al cancro e l’aspettativa di vita e di guarigione è salita a dismisura negli ultimi decenni, ma questo ancora non basta.

Di cancro si muore ancora, e ogni giorno, ed è per questo che è fondamentale alimentare la ricerca.

Come sottolineato in un posto su Facebook da Vincenzo De Luca, la Campania crede fortemente nei suoi ricercatori, e infatti investe ben 160 milioni: “Uno sforzo gigantesco, coinvolgendo alcune delle migliori eccellenze, italiane e internazionali, in questo progetto”.

“E’ importante la presa in carico dei pazienti – continua De Luca – Stiamo potenziando la rete dei servizi di assistenza, attraverso la cura a domicilio per le donne con tumore al seno, l’istituzione della prima rete cardioncologica d’Italia, la radioterapia attiva 7 giorni su 7 all’Istituto Nazionale Tumori IRCCS “Fondazione G. Pascale”, la fornitura gratuita del farmaco salvavita sperimentale per il melanoma. Davvero un grande sforzo, per umanizzare le cure e dare a tanti una speranza“.