“Stip ca trov”, il proverbio pugliese più usato al Sud

Di origine barese, il dialetto è molto utilizzato nel gergo del Sud. Breve ma inciso, senza fronzoli arriva dritto al punto



I proverbi rappresentano delle perle di saggezza popolare ancora oggi molto usati nei dialetti del Sud. Racchiudono in sé un concentrato di esperienze che si sono accumulate nel corso del tempo grazie al punto di vista e allo spirito di osservazione di uomini e donne. Solitamente si tratta di una frase molto breve ma che arriva dritta al punto: in questo caso trattiamo del modo di dire pugliese Stip ca trov.

Significato “Stip ca trov”

L’espressione è di origine barese e significa letteralmente: “Conserva che poi trovi”. Suona immediatamente come un consiglio, un suggerimento pratico per chi lo ascolta: se conservi qualcosa, te la ritroverai poi in futuro all’occorrenza. È consigliabile e utile mettere da parte qualcosa, ad esempio una parte del proprio stipendio, per risparmiare e trovare qualcosa in più sul proprio conto da utilizzare per qualsiasi evenienza.

Il proverbio è talmente famoso che lo ritroviamo come tormentone anche nei film e nei programmi televisivi, basti pensare all’uso ripetitivo e simpatico che ne fece l’ex concorrente barese del grande Fratello Pasquale Laricchia, che gli valse l’imitazione di Fabio De Luigi a “Mai dire grande fratello”. Anche se di origine pugliese chi è del Sud almeno una volta l’avrà utilizzato sia nella versione del proprio dialetto di origine o direttamente nella traduzione italiana. Questo perché nella pratica della vita quotidiana è indubbiamente un suggerimento utile e chi decide di applicarlo ne ricava vantaggio e giovamento.