sabato, Febbraio 24, 2024
[rank_math_breadcrumb]

Operazione record a Napoli: salvano la vita al paziente ibernandolo

La Sanità campana sta diventando un punto di eccellenza e di riferimento per tutto il paese. Infatti sono sempre maggiori gli esempi che evidenziano la grande professionalità dello staff medico degli ospedali campani.

Nel Policlinico Federico II di Napoli è stata effettuata un'operazione da record che ha visto l'utilizzo delle più moderne conoscenze in campo medico. Infatti un paziente è stato salvato grazie all'ibernazione.

Il paziente di 45 anni era stato colpito da un malore mentre insegnava a giocare a tennis a dei bambini. Dopo un primo ricovero in un ospedale campano, è stato trasportato d'urgenza al Policlinico e ricoverato prima, in terapia intensiva e poi nel reparto di cardiologia guidato dal prof. Pasquale Perrone Filardi.

Aveva una violenta embolia polmonare che lo avrebbe portato sicuramente alla morte a causa dell'assenza di ossigenazione nel sangue. Si doveva intervenire con urgenza e così, l'equipe medica del professor Emanuele Pilato ha deciso di intervenire con un'operazione al cuore molto delicata che non era mai stata eseguita in nessun'altra struttura campana.

L'intervento era un’embolectomia delle arterie polmonari cioè un’estrazione chirurgica dei trombi che occludono le arterie polmonari. Per poter intervenire in questa zona del corpo così delicata, il paziente è stato portato ad una temperatura di 18 gradi, attuando una vera e propria ibernazione del suo corpo. Dopo 9 lunghe e difficili ore, il paziente è uscito dalla sala operatoria e la sua vita è stata salvata giusto in tempo.

Il prof Perrone Filardi ha commentato: "L'intervento si è concluso in maniera ottimale ed il paziente, dopo un buon decorso postoperatorio, è stato dimesso. Dopo un periodo di riabilitazione, potrà riprendere le sue abitudini quotidiane".

Grande soddisfazione l'ha espressa anche Anna Iervolino, direttore generale dell’azienda ospedaliera universitaria Federico II: “Un esempio di altissimo livello della nostra offerta assistenziale, oggi ancora più ricca. I pazienti campani, e non solo, hanno una nuova opportunità chirurgica di altissima specializzazione possibile grazie alle nostre professionalità e al lavoro sinergico che gli operatori del Policlinico Federico II riescono a realizzare unendo competenze e approcci disciplinari diversi, condividendo esperienze e rappresentando un riferimento di eccellenza sanitaria nel Sud Italia”.

Grande esempio di eccellenza meridionale a servizio di tutti i cittadini, non solo campani, ma di tutto il Sud Italia.