sabato, Luglio 24, 2021
HomeNewsCos’è la Cazzimma? La definizione dell'Accademia della Crusca

Cos’è la Cazzimma? La definizione dell’Accademia della Crusca

È tra le parole più difficili da tradurre a chi non è napoletano. Ma cosa significa davvero? La definizione ce la prova a dare l'Accademia della Crusca

Cazzimma è uno dei termini più usati in Campania ma quando si prova a chiedere la definizione di questa parola poco conosciuta al di fuori dei confini campani, ognuno va in difficoltà. Per i napoletani la cazzimma non si può spiegare a parole e non ha un unico significato: è un modo di fare, di essere, di agire e di comportarsi. Viene declinato in tutte le forme, infatti vengono usati anche i termini ‘cazzimmoso’ e ‘cazzimata’.

Ma come si può cercare di tradurre questa parola? Per aiutare i campani è intervenuta l’Accademia della Crusca, il più importante centro di ricerca scientifica dedicato allo studio e alla promozione della lingua italiana. Ecco la definizione fornita:

Cazzimma è un’espressione napoletana, diffusa soprattutto nel lessico giovanile campano e utilizzata, secondo il Dizionario storico dei gerghi italiani (Milano, Mondadori, 1991, p. 89) di Ernesto Ferrero, per indicare un insieme e un intreccio di atteggiamenti negativi: “autorità, malvagità, avarizia, pignoleria, grettezza”. Una tale definizione è certamente troppo generica, tuttavia il dizionario di Ferrero ha il merito di fornire una rara testimonianza lessicografica della voce cazzimma che, invece, non è registrata dai maggiori dizionari dialettali napoletani, i quali potrebbero averla tabuizzata perché sentita come volgare.

Cos’è la cazzimma per i napoletani?

Nonostante l’aiuto fornito nel dare una definizione esaustiva, sembra che non basti per spiegare il vero senso della cazzimma. C’è chi la definisce come una “furbizia opportunistica“, cioè quell’atteggiamento che appartiene a chi, usando la furbizia, riesce ad avere la meglio sugli altri.

Per altri invece ha un senso negativo e viene intesa come “cattiveria gratuita“, cioè un’azione fatta di proposito solo per creare un danno all’altro anche senza averne un preciso tornaconto.

C’è chi trova anche una sfumatura positiva nella cazzimma, cioè intesa come quella “grinta e risolutezza” utili per affrontare situazioni particolarmente difficili.

Ora è più chiaro cosa si intende per cazzimma?

LEGGI ANCHE...