martedì, Dicembre 7, 2021
HomeEventiNeapolis Marathon, dopo 7 anni torna la maratona a Napoli: tutti i...

Neapolis Marathon, dopo 7 anni torna la maratona a Napoli: tutti i dettagli

La manifestazione aprirà i battenti venerdì 12 novembre con il Neapolis Marathon Village, allestito in Piazza del Plebiscito

Dopo sette anni torna la Maratona a Napoli. Per la prima volta l'evento sarà guidato dalla SSD Neapolis Marathon alla sua prima edizione con il main sponsor di Italiana Assicurazioni, e vedrà gli atleti sfidarsi tra le bellezze paesaggistiche e monumentali della città. La manifestazione si svolgerà domenica 14 novembre, lungo un tracciato di 21,0975 chilometri, che sarà percorso due volte dagli atleti che si sfideranno nella distanza classica di 42 chilometri e 195 metri.

Come riportato dal Mattino e spiegato dagli organizzatori durante la conferenza stampa di presentazione della gara svoltasi al Maschio Angioino, la manifestazione aprirà i battenti venerdì 12 novembre con il Neapolis Marathon Village, allestito in Piazza del Plebiscito, dove atleti e turisti saranno intrattenuti con le numerose iniziative del programma. Il percorso della maratona - condiviso in parte con le altre gare della kermesse come la Half Marathon, la Neapolis Sea Run e la Neapolis Fast Walk, la gara di camminata veloce - parte da Piazza del Plebiscito, con fischio di inizio alle ore 8:30, attraversando tutto il lungomare di Mergellina fino a largo Sermoneta, dove si trova la fontana del Sebeto, per poi tornare al centro antico, passando per il molo San Vincenzo, area di competenza della Marina Militare che ha collaborato all'organizzazione della gara, e il corso Umberto.

"Quello che abbiamo progettato e sul quale si confronteranno gli atleti in gara domenica 14 novembre, è un tracciato studiato e valutato dal team Neapolis Marathon, tecnicamente molto valido, senza asperità significative e con pochi tratti di basolato, che toccherà alcuni dei luoghi simbolo della città di Napoli, tra cui spicca il lungo transito al molo San Vincenzo, quasi quattro chilometri tra andata e ritorno, che rappresenta una novità assoluta per una corsa podistica e per la quale ringraziamo la Marina Militare per la piena disponibilità", spiega il presidente della SSD Neapolis Marathon, Maurizio Marino.

L'evento, patrocinato dal Comune di Napoli, ha visto il sostegno in prima linea degli assessori Emanuela Ferrante e Antonio De Iesu. "Abbiamo fatto di tutto a tempo di record per consentire lo svolgimento dell'evento, dando un segnale di presenza da parte del Comune", spiega l'assessore allo Sport, Ferrante. Interpellato sullo stato degli impianti sportivi della città, l'assessore afferma: "Stiamo effettuando un primo sopralluogo di tutti gli impianti sportivi. Il Palavesuvio, ad esempio, è una struttura eccezionale per la quale ci sono ancora lavori in corso grazie ad un importante progetto finanziato dal Comune della Metropolitana. Bisogna capire se il Comune sarà in grado di gestire da solo queste strutture, economicamente impegnative, con pochissimi dipendenti e zero apporti economici. Per quanto riguarda i parcheggi interrati dello Stadio Maradona, stiamo esaminando le mappe risalenti al 1990 per verificare l'agibilità dei luoghi".

L'assessore alla Polizia Municipale De Iesu è invece intervenuto a margine della conferenza stampa, avvertendo i napoletani di eventuali disagi sul fronte della mobilità: "Abbiamo svolto delle riunioni tecniche con il comando della polizia municipale e gli organizzatori della Maratona. Approfitto dell'occasione per comunicare ai cittadini che sarà una bellissima giornata dedicata allo sport ma, inevitabilmente, ci saranno dei disagi per i quali chiedo anche un po' di pazienza. Conoscere l'itinerario serve a modulare le esigenze di viaggio dei cittadini con l'orario della maratona".

Durante la presentazione è intervenuto anche il campione olimpico di boxe Patrizio Oliva, uno dei volti principali della società sportiva 'Milleculure' - presieduta da un altro olimpionico, lo schermidore Diego Occhiuzzi - la cui missione principale è l'accesso alla pratica sportiva di tutti i cittadini, soprattutto quelli più svantaggiati dal punto di vista sociale e fisico: "La Maratona è importante per Napoli, non solo a livello agonistico. Serve a promuovere lo sport che è soprattutto uno strumento sociale, per prevenire le malattie e combattere l'illegalità. Lo sport porta con sé si tratta dei valori importanti che aiutano i giovani a diventare persone migliori", ha affermato l'ex allenatore della squadra italiana di boxe. L'iniziativa è stata infine sostenuta dal presidente della Fidal Campania, Bruno Fabozzi, che ha sottolineato l'importanza dell'atletica leggera, troppo spesso trascurata dalle istituzioni, e dal vicepresidente nazionale della Coldiretti, Gennarino Masiello.

In foto la Maratona di Napoli nel 2014 - Fonte Facebook Ufficio Stampa Comune di Napoli

LEGGI ANCHE...