venerdì, Gennaio 27, 2023

Stefano De Martino confessa: "Sogno di..."

Stefano De Martino parla a S'è fatto notte, il programma di Rai Uno in seconda serata di Maurizio Costanzo. Il 32enne conduttore, ex volto di Amici, rivela il suo desiderio più grande di lui per il futuro: "Sogno di lavorare con mio figlio Santiago". È pazzo del bambino avuto dalla sua ex moglie Belen Rodriguez.

"Sono diventato padre a 23 anni, ho avuto da parte mia quella giusta dose di incoscienza che mi ha aiutato a vivere con leggerezza la scelta di avere un figlio. Santiago ora ha 8 anni, mi segue in televisione ed è lo spettatore che temo di più. Ci sono cose che non gli piacciono, cose che gli piacciono di più, mi fido molto del suo punto di vista infatti a volte propongo idee, sigle, per vedere la sua reazione. Il mio sogno un giorno è lavorare con lui, contagiare lui con la mia passione, ma come tutti i padri non voglio essere urgente: spero che faccia quello che gli piace", spiega De Martino.

Per Costanzo Stefano "è bravo ma gioca sempre a fare il minorenne", spiega l'ex ballerino: “Ricordo, tornando indietro nel tempo, un sentimento e un sentimento di inadeguatezza che mi porto dietro nel tempo e che è ancora il motore del mio lavoro. Mi sono sempre relazionato con persone migliori, più anziane e questo mi ha sempre fatto sentire estremamente fuori posto. Cerco di esserne all'altezza nel senso che cerco il disagio per poter progredire”.

Stefano De Martino da bambino aveva altri progetti per la sua carriera: "In realtà non volevo fare il ballerino. Mio padre ballava, ma io sono nato nel bar di mio nonno ed ero convinto che avrei ereditato l'attività di mio nonno, pensavo di faceva il barista». Poi una donna ha cambiato il suo destino: Maria De Filippi.

Il napoletano deve tutto alla De Filippi: “Con Maria è nato subito un rapporto quasi zia-nipote. Al primo casting avevamo un piccolo numero sul petto e abbiamo improvvisato, e la commissione ha detto che sì, che no. Sono stata scartata subito e lei, che ovviamente ha un naso infallibile, e io sono l'eccezione che conferma la regola, mi porta in commissione e mi chiede: 'Ma perché hai scartato questo ragazzo?'. Insomma, la sua ascesa ha fatto sì che almeno all'inizio mi promuovessero: lui è uno dei grandi crocevia della vita".

LEGGI ANCHE...