mercoledì, Agosto 10, 2022
HomePersonaggiEduardo De Filippo e Totò: la testimonianza di un'amicizia vera e indimenticabile

Eduardo De Filippo e Totò: la testimonianza di un'amicizia vera e indimenticabile

Oltre ad essere due grandi artisti, Eduardo De Filippo e Totò erano grandi amici, una lettera dimostra la profondità del sentimento

A volte, quando si toccano i grandi e inestimabili artisti si tende a credere che siamo solo 'opere' quando in realtà c'è molto di umano, con sentimenti genuini e sinceri: la prova di questo è l'amicizia eterna tra Eduardo De Filippo e Antonio De Curtis, in arte Totò, testimoniata da una breve ma commovente lettera che il genio del teatro scriveva al Principe della Risata.

Eduardo non ha mai nascosto, dietro il suo viso scavato, la sua maschera teatrale l'affetto per Totò e nemmeno quest'ultimo ha mai nascosto la profonda ammirazione e stima per uno dei più grandi drammaturghi del nostro paese, ma forse pochi sanno che nonostante il grande affetto che li legava, i due erano divisi da enormi differenze di pensiero soprattutto politiche.

Quando Totò decise di accettare l'invito dell'amico a partecipare alle riprese del film 'Napoli Milionaria' lo fece dicendo queste parole: "Accetto! Eduardo con te lavoro gratise così fece. La risposta di Eduardo non poteva che essere altrettanto di cuore e signorile, scrisse una breve ma intensa lettera che è giunta fino a noi grazie a Liliana De Curtis che l'ha conservata per moltissimo tempo.

Foto Facebook Lettera Eduardo a Totò

Questo il contenuto della lettera:
"Caro Antonio,
la sincerità dell'impulso che ti ha spinto ad accettare di essermi vicino nel mio film 'Napoli Milionaria' ha reso spontaneo e significativo il gesto stesso. A parte qualunque interesse, questa collaborazione che io ti ho chiesto, ci riporterà, sia pure per pochi giorni, ai tempi felici e squallidi della nostra giovinezza.
Ogni qual volta penso a te, amico, te l'ho detto a voce, e voglio ripetertelo per iscritto, ho l'impressione di non essere più solo nella vita. Questa benefica certezza mi viene senza dubbio dalle infinite dimostrazioni pratiche di affetto che tu, in qualsiasi occasione mi dai.
In ricordo di tanto, ti predo di offrire alla tua Gentile Signora questo segno di pura simpatia, che vuol essere, e lo è, il senso vivo dell'ammirazione che ho per te.
Tuo,
Eduardo De Filippo.

La reazione del principe della risata nel leggere queste righe fu il pianto, un'esplosione di commozione vera e pura per l'amico che esprimeva un affetto così sincero. Il pegno che Eduardo aveva inviato a Franca Faldini, moglie di Totò, era una collana di Bulgari.

 

 

LEGGI ANCHE...