Sophia Loren torna protagonista con “La vita davanti a sé”: ecco quando

Dopo ben undici anni la storica attrice partenopea ritorna a stupire nel ruolo di protagonista del film diretto da Edoardo Ponti

Foto Twitter NetflixFilm


Sophia Loren torna sugli schermi con “La vita davanti a sé”, film in esclusiva su Netflix. A dare l’annuncio è “Deadline”, che sottolinea come il nome dell’attrice meridionale potrebbe essere inserito nelle liste delle possibili vincitrici dei prossimi premi Oscar. Dopo ben undici anni la Loren ritorna a stupire nel ruolo di protagonista del film diretto da Edoardo Ponti, che ha firmato anche la sceneggiatura con Ugo Chiti.

La pellicola “La vita davanti a sé” è un adattamento dell’omonimo romanzo di Romain Gary, che racconta di Madame Rosa, una superstite dell’Olocausto che si prende cura dei figli delle prostitute nella sua piccola dimora a Bari. Nel corso del film, la donna instaurerà un rapporto molto particolare con Momo, un dodicenne senegalese che l’ha derubata. I due supereranno insieme i loro tormenti e la loro solitudine, formando una sorta di famiglia. Accanto a Sophia Loren fanno parte del cast anche Ibrahima Guye, Renato Carpentieri e Massimiliano Rossi.

“Mio figlio si era innamorato del libro, me lo ha fatto leggere – ha raccontato la storica attrice partenopea in un’intervista al quotidiano La Repubblica rilasciata sul set a Bari – La storia è bellissima ma lo sa, per fare un film ci vogliono tanti soldi e devi trovare i produttori che si innamorino della storia. Ho detto a Edoardo: ‘Che facciamo ci buttiamo?’ Ho amato interpretare Rosa. E’ molto dura e, al tempo stesso, fragile. E’ una sopravvissuta. In molti modi mi ricorda mia madre”.

Il nuovo film con Sophia Loren sarà disponibile su Netflix dal 13 novembre, data scelta accuratamente per la sua vicinanza ai prossimi Oscar: questo periodo di uscita, infatti, consentirà alla pellicola di inserirsi nella stagione dei premi, che si svolgerà in maniera insolita a causa dell’emergenza Coronavirus. “La vita davanti a sé” è prodotto da Palomar – Mediawan Group, con il supporto di Impact Partners Film Service, Artemis Rising Foundation, Foothills Productions, Another Chaper Produxtions e Scone Investiments.