Turismo, raddoppiano i passeggeri in un aeroporto meridionale

La differenza tra luglio e agosto è incoraggiante, con una crescita del +68% dei movimenti e un +82% di passeggeri



Bilancio positivo in tempi di Coronavirus per uno scalo meridionale. Si tratta dell’aeroporto Vincenzo Florio di Trapani Birgi, che ha riportato i dati dell’attività a seguito della chiusura forzata dovuta all’emergenza sanitaria durata dal 16 marzo al 21 giugno, voluta dal governo nazionale con decreto ministeriale del 12 marzo. Dall’analisi emerge che nel mese di agosto l’aeroporto siciliano ha registrato un notevole incremento del numero dei voli e dei passeggeri, con 561 movimenti e 42.491 viaggiatori.

La differenza tra luglio e agosto è incoraggiante, con una crescita del +68% dei movimenti e un +82% di passeggeri. “I dati dell’ultimo bimestre ci portano ad essere ottimisti – ha commentato a Trapani Oggi il presidente di Airgest, società di gestione dell’aeroporto di Trapani Birgi, Salvatore OmbraInfatti, se l’analisi complessiva gennaio-agosto restituisce un quadro tragico del settore aeroportuale, si pensi che il dato nazionale del periodo in esame è -60% di movimenti  e -71% di passeggeri, sono gli scali più grossi a soffrire maggiormente. Trapani si colloca in una posizione intermedia pur registrando nello stesso periodo -53% di movimenti e -61% di passeggeri”.

La ripartenza dei voli dal 21 giugno con il collegamento Trapani-Bologna di Ryanair ha visto totalmente operativi dal successivo primo luglio le seguenti rotte: Ryanair: Bologna, Pisa, Bergamo, e Karlsruhe Baden Baden; Albastar: Cuneo-Milano e dal 27 luglio con frequenza giornaliera anche Roma Fiumicino; Blue Air: Torino; Dat: Pantelleria; Corendon: voli charter per Amsterdam.

Il mese di luglio ha visto una ripartenza molto lenta del trasporto aereo, chiudendosi con 333 movimenti (-45% rispetto al 2019) e 23.383 passeggeri (-43% rispetto a Luglio 2019). La tendenza si è poi ribaltata completamente nel mese di agosto, con una differenza rispetto all’anno scorso che è diventata sempre più impercettibile, e con un doppio di passeggeri rispetto a luglio. Il load factor generale (ovvero il coefficiente di riempimento degli aerei) sale quasi al 65%: il dato più alto è della compagnia Ryanair con il 77,71%.