Al Sud c’è una Cattedrale che affaccia sul mare: è l’unica in Europa

Dichiarata dall'Unesco "Monumento Messaggero di una cultura di pace", la meravigliosa basilica è stata inserita nella lista delle "meraviglie italiane"



Al Sud ci sono maestosi monumenti unici nel loro del genere, che attirano tantissimi turisti da ogni parte del mondo. Tra questi merita sicuramente un posto la Basilica Cattedrale di Santa Maria Assunta, perla dello stile romanico pugliese, inserita in un meraviglioso scenario che affaccia direttamente sul mare. Conosciuta semplicemente come Cattedrale di Trani, questo gioiello meridionale fu costruito usando la pietra di Trani, ossia un tufo calcareo, caratterizzato da sfumature color rosa che sembrano bianche.

Regina delle Cattedrali in Puglia e dichiarata dall’Unesco “Monumento Messaggero di una cultura di pace”, la basilica fu costruita nel 1099, subito dopo la canonizzazione del Santo a cui è dedicata, San Nicola Pellegrino, e venne ultimata nel 1143. Ma l’edificio vanta una storia ancora più antica: venne infatti fondato sulla base della cattedrale che già giaceva prima nello stesso luogo chiamata Santa Maria della Scala, un luogo di culto risalente al IV secolo, sorto sull’area dove è situata attualmente la Cattedrale.

Più tardi venne costruita la Chiesa di Santa Maria, all’interno della quale venne scavata una cappella per ospitare le reliquie di San Leucio, portate via da Brindisi nell’VIII secolo. I lavori di edificazione dell’attuale Cattedrale vennero avviati dal vescovo di Bisanzio per accogliere le reliquie di San Nicola Pellegrino, oggi patrono di Trani, un giovane morto nella città pugliese e dichiarato poi Santo dal popolo. Dopo la sua morte si racconta che siano avvenuti svariati miracoli, e per tale ragione fu canonizzato per iniziativa dell’arcivescovo di Bisanzio, su autorizzazione di Papa Urbano II.

L’alto campanile di 59 metri che affianca la meravigliosa basilica è invece di un’altra epoca: la sua costruzione è iniziata nel 1.200 ed è terminata soltanto un secolo dopo. Sotto il campanile si ammira un ampio arco a sesto acuto che crea un effetto architettonico spettacolare. La scelta di praticare questa apertura di passaggio sotto il campanile nacque dalla necessità di garantire la circolazione nella zona della piazza antistante.

A decorare la facciata della Cattedrale di Trani appaiono tre finestre e un piccolo rosone sulla navata centrale, con le loro aperture ornate da figure zoomorfe realizzate per conferire alla struttura una certa plasticità. Da non perdere assolutamente la Cripta di Santa Maria, che presenta affascinanti affreschi come quello che raffigura la Vergine con Bambino e due Santi, e la Cripta di San Nicola, dove si arriva scendendo una serie di scale: con le sue 28 colonne, l’ambiente ospita le reliquie di San Nicola Pellegrino, celebrato anche con una bellissima statua.

Icona di Trani, città incantevole e accogliente in provincia di Bari, dalla Cattedrale è possibile ammirare anche il Castello Svevo, edificato nel 1233 sotto il regno di Federico II di Svevia. Inserita nella lista delle “meraviglie italiane” e aperta tutti i giorni con ingresso gratuito, la splendida basilica di Trani è l’unico esempio di Cattedrale in Europa situata di fronte al mare.

La facciata della Cattedrale di Trani