Street art Napoli: Totò diventa ‘A Matt nei Quartieri Spagnoli



Non è un mistero che la città di Napoli sia molto legata a Totò. Il principe Antonio de Curtis infatti ha legato la sua arte al capoluogo partenopeo descrivendone pregi e difetti, vizi e virtù con grande intelligenza e ironia. Dopo i numerosi murales presenti nel Rione Sanità (dove si trova la casa in cui l’attore è nato e cresciuto), è stato realizzato un nuovo murales nei Quartieri Spagnoli.

Il verace quartiere napoletano si è arricchito con una nuova opera di street art che è stata davvero molto apprezzata da tutti i turisti che sono accorsi nei vicoli per ammirarla da vicino e scattare un selfie con il Principe de Curtis. Infatti questa innovativa forma d’arte ha portato un enorme flusso di turisti nei quartieri che prima erano tagliati fuori dal turismo. Infatti Forcella, la Sanità, il Cavone e i Quartieri Spagnoli ora sono diventati attrazione non solo culinaria ma anche culturale e artistica di Napoli.

Ma parliamo del nuovo murales di Totò nei Quartieri Spagnoli, l’attore è stato rappresentato come se fosse una carta da gioco del mazze di carte napoletane. Gli è stato attribuito il simbolo della ‘A Matt, cioè quella carta alla quale può essere attribuito un valore qualsiasi a seconda delle esigenze del giocatore. Il collegamento tra la carta da gioco e l’attore è immediato.

Il murales quindi rappresenta questa carta da gioco particolare che ha il corpo del “re di denari” ma con il volto di Totò intento a fumare e con la sua espressione bonaria. Immancabile è la presenza della bombetta che lo ha reso distinguibile rispetto a tutti gli altri.

Il murales di Totò è uno dei tanti presenti nella città partenopea, basti pensare che a Napoli esiste il Vico Totò, a via Portacarrese a Montecalvario, dove sono presenti numerose opere di street art dedicate al maestro della risata.

ULTIMO AGGIORNAMENTO