Corea, TikToker spiega come funziona il reso senza scontrino nei negozi: "Stanno avanti anni luce rispetto all'Italia, ecco perché"

Corea, una TikToker mostra in un video come sua madre ha potuto effettuare il reso di un top: non serve lo scontrino per riavere indietro i soldi

L'Italia e la Corea sono due paesi con culture, tradizioni e stili di vita molto diversi. Queste differenze riflettono la loro storia, geografia, valori culturali e influenze sociali. Ad esempio, in Corea, la famiglia è al centro della vita e delle relazioni. Si dà grande importanza al rispetto per gli anziani e alle tradizioni. I coreani spesso vivono con la madre, il padre ed eventuali fratelli e sorelle fino al matrimonio e prendersi cura della famiglia è considerato un dovere. In Italia, la famiglia è anch'essa molto importante, ma c'è una maggiore tendenza all'indipendenza dei giovani adulti. Gli italiani tendono a lasciare la casa dei propri cari una volta raggiunta l'età adulta e a creare il proprio nucleo.

In Italia, i pasti sono un momento sociale e conviviale. La cucina italiana è famosa per la sua qualità e la sua varietà, e il pranzo e la cena sono spesso momenti lunghi e rilassati da condividere con amici e familiari. In Corea, i pasti sono altrettanto importanti, ma spesso sono più veloci e orientati verso l'efficienza. Il cibo coreano è noto per essere piccante e gustoso, e i coreani possono mangiare in modo informale presso bancarelle di strada o in ristoranti specializzati. Dal punto di vista professionale, infine, in Italia c'è un approccio al lavoro spesso rilassato, con orari di lavoro più flessibili e una maggiore enfasi sulla qualità della vita. La Corea, al contrario, è conosciuta per la sua cultura del lavoro intensa e competitiva. L'educazione è altamente valorizzata, e ciò porta a un forte impegno per ottenere risultati accademici e successo nella carriera. Tutta questa 'efficienza' si vede anche dalle piccole cose.

Corea, TikToker ottiene i soldi indietro per un reso senza scontrino: "Ecco come ho fatto"

La TikToker Dayoung Clementi, ad esempio, racconta come sua madre sia riuscita a fare un reso in Corea senza aver bisogno dello scontrino. In sostanza, la donna ha acquistato in un negozio di una nota marca un top che le occorreva senza provarlo. Avendo poi trovato qualcosa di più congeniale in un'altra bottega, la signora avrebbe voluto fare il reso dell'indumento. Ma indovinate? Ha perso il portafogli. Nonostante ciò, la madre dell'influencer e l'influencer stessa si sono recate in negozio e hanno chiesto il reso.

Il commesso, con una pazienza infinita - dopo essersi reso conto del fatto che non avevano lo scontrino, si è messo a cercarlo tra quelli che rimangono ai gestori del negozio quando si acquista qualcosa, e l'ha trovato! Eppure, questo non garantiva alla madre di Dayoung di riottenere i soldi indietro, ma solo un buono dello stesso valore utilizzabile nello store. Se pensate che la storia si riduca a questo - in effetti, già è piuttosto strano che si siano messi a 'scavare' alla ricerca dello scontrino, per far riavere alla mamma della TikToker il denaro speso, è successo ben altro.

@aboutclementi

ASSURDO

♬ suono originale - Dayoung Clementi 🌴

Il lavoratore del negozio, infatti, ha chiesto alla donna quale fosse il momento esatto in cui ha comprato il top. Non essendo la signora pronta a rispondere a simile domanda con certezza (con difficoltà è arrivata a rammentare il giorno, ma non l'orario), il commesso ha iniziato a vedere i filmati delle videocamere vicino alle casse. Dopo averli esaminati ha ridato indietro alla madre di Dayoung i soldi! Incredibile, no?

LEGGI ANCHE: Cartellone pubblicitario a Brindisi recita: "Benvenuti nella città della pace", ma sotto spunta un'aggiunta tragicomica