Firenze, il campanello della fermata sull'autobus è rotto: la 'soluzione' è disastrosa (e comica)

Anche a Firenze il trasporto pubblico può soffrire qualche disagio. Su un autobus del capoluogo toscano, il campanello per la fermata si è rotto. Chi di dovere, ha trovato una soluzione discutibile (che tuttavia vi strapperà sorriso).

Firenze è una delle città italiane più apprezzate al mondo dai turisti per via del suo innegabile fascino e della sua gloriosa storia. Tuttavia, qui vivono 'solo' 380.000 persone. Pur essendo capoluogo, non è una città enorme e il centro può essere percorso interamente a piedi senza grossi sforzi. A Firenze, inoltre, non esiste una metropolitana: il trasporto pubblico si divide tra autobus e tram. In passato fu avviata una raccolta firma per averne anche a Firenze, che si è conclusa con un nulla di fatto. Ad ogni modo, i fiorentini non sono particolarmente turbati dalla sua assenza e non ci sono piani per costruirne una nel futuro prossimo.

Probabilmente, dunque, il trasporto pubblico locale è soddisfacente così com'è. Da non sottovalutare il fatto che, come successo in altre città italiane a forte vocazione turistica, molti fiorentini siano andati a vivere in provincia e usino l'auto per spostarsi. La 'turistificazione' del centro storico ha spinto i proprietari di immobili a privilegiare l'uso ricettivo. I pochi appartamenti ancora in affitto per 12 mesi l'anno hanno raggiunto prezzi altissimi, per cui molti fiorentini hanno preferito spostarsi in periferia, oppure in provincia, dove i canoni di affitto sono più alla portata.

Firenze, il campanello per la fermata è rotto: la soluzione è disastrosa

Quando parliamo di trasporto pubblico nelle grandi città italiane, i disagi sono all'ordine del giorno. Un esempio è Roma: solo pochi giorni fa vi avevamo parlato del modo vergognoso con cui era stata indicata la chiusura di una stazione della metropolitana. Qualcosa di lontanamente simile è successo in queste ore a Firenze. A bordo di un autobus di linea, il campanello per prenotare la fermata si è rotto. Anziché creare un foglio A4 plastificato in italiano e in inglese, chi di dovere ha preferito scrivere con un pennarello su uno degli schermi presenti sul mezzo. Il risultato è questo:

Su un autobus a Firenze, la fermata da oggi si chiama così. Fonte: Circumvesuviana. Guida alle soppressioni e ai misteri irrisolti - Facebook
Su un autobus a Firenze, la fermata da oggi si chiama così. Fonte: Circumvesuviana. Guida alle soppressioni e ai misteri irrisolti - Facebook

Una sorta di piccolo capolavoro artistico. Un esempio perfetto della famosa "arte di arrangiarsi" all'italiana che tanto piace all'estero. Chiedere all'ufficio di stampare un foglio, magari in due lingue, per poi posizionarlo sul mezzo in questione? Non scherziamo. Il tempo va ottimizzato. Basta un pennarello, un po' di spazio libero in un angolo del bus e la soluzione arriva naturale. Ci chiediamo un turista che non parla italiano come faccia a prenotare la fermata in questo modo. La speranza è che il problema del campanello rotto venga risolto nel giro di poche ore e questa scritta, che a tratti è anche comica, sparisca il prima possibile.

LEGGI ANCHE: Firenze, in un bagno pubblico compare una scritta esilarante: "Ce la facciamo a...?"