Ondata di caldo africano, TikToker di Milano scopre come sopravvivere senza aria condizionata: la sua soluzione è efficace (ma estrema)

Ondata di caldo africano, ormai non si sa più come fronteggiarla. Una TikToker di Milano prova un rimedio estremo, ma sempre efficace: ecco cos'ha fatto

Le ondate di caldo africano, anche conosciute come ondate di calore africano, sono fenomeni meteorologici che possono verificarsi in diverse regioni, portando temperature particolarmente elevate e condizioni meteorologiche estreme. Esse nascondo quando una massa d'aria calda e secca proveniente dal continente africano si sposta verso altre regioni, causando un repentino aumento delle temperature. Purtroppo possono essere particolarmente intense e possono rappresentare una minaccia per la salute umana e la sicurezza. Le temperature molto alte determinano problemi come insolazioni, colpi di calore e l'aggravarsi di condizioni mediche preesistenti, soprattutto per le persone più vulnerabili come i bambini, gli anziani e i fragili.

In genere le ondate di caldo possono essere associate a condizioni atmosferiche come l'alta pressione e la mancanza di vento, che favoriscono il ristagno dell'aria calda e la creazione di un'atmosfera soffocante. Per proteggersi durante le ondate di caldo africano, è importante prendere delle precauzioni, come bere molta acqua per mantenersi idratati, cercare di rimanere all'ombra o all'interno, indossare abiti leggeri e traspiranti per aiutare a mantenere il corpo fresco, utilizzare condizionatori d'aria o ventilatori ed evitare l'esercizio fisico intenso. Come sopravvivere, però, al momento più arduo della giornata (che no, non è la mattina o il pomeriggio, bensì la notte)?

Ondata di caldo africano, come sopravvivere di notte a Milano: la dimostrazione di una TikToker

Martina Neroni su TikTok ha dato dimostrazione di come abbia risolto il problema dell'ondata di caldo africano in questi giorni. Nel video che si intitola 'sopravvivere senza aria condizionata', si vede la ragazza intenta a gonfiare un materassino da campeggio, con l'intento di utilizzarlo di lì a poco. Infatti, nel momento in cui termina l'operazione, prende l'oggetto e lo porta fuori al balcone, posizionandolo sopra un tavolo. Per la sua sicurezza, la giovane mette una sedia dal lato esterno dal momento che rigirandosi potrebbe ruzzolare giù da chissà quale piano e quindi preferisce avere un'ulteriore protezione.

@martinaneroni

Per altri consigli contattateci #estate #milano #aiuto #fypシ #viral #perte

♬ suono originale - Martina Neroni

Infine, imbraccia il proprio libro e si prepara a conciliare il sonno. Fuori al balcone. Purtroppo per quanto possa sembrare una barzelletta non lo è. In casa da Nord a Sud fa tremendamente caldo, soprattutto se si è privi di un condizionatore (il ventilatore, per quanto potente, non raggiunge mai il medesimo grado di soddisfazione). Il pensiero che ogni estate sarà sempre peggiore della precedente per via del surriscaldamento globale è un problema non da sottovalutare. Intanto, però, la soluzione di Martina è l'unica per riuscire a sopravvivere a Milano con queste terribili temperature. E voi? Come state fronteggiando questo problema che ci rende tutti più arcigni e arrabbiati?

LEGGI ANCHE: Lazio, Chanel Totti è in un luogo meraviglioso a soli 16 km da Roma: mare da sogno con Cristian Babalus