Napoli, Antonino Cannavacciuolo propone dei nuovi biscotti friabili, burrosi e gustosi: si preparano al pistacchio, al cioccolato o alla vaniglia

Napoli, Antonino Cannavacciuolo mostra una sua nuova creazione: dei biscotti da lui stesso definiti friabili, burrosi e gustosi. Tra gli ingredienti c'è anche il pistacchio, la vaniglia o il cioccolato!

Napoli è la culla del cibo nel Sud Italia, soprattutto per quanto riguarda i dolci. Pastiere, babà, sfogliatelle frolle e ricce, nuvolette e così via rappresentano solo alcuni dei dessert della tradizione culinaria. Se uniamo la passione partenopea per tutto ciò che sia 'zuccherato' alla bravura di Antonino Cannavacciuolo, chef stellato e personaggio televisivo principalmente noto per essere giudice di MasterChef Italia, la combo non può che essere perfetta.

Così, il cuoco più famoso del piccolo schermo, ha proposto dei nuovi biscotti dal nome 'diamantini'. Li possiamo ammirare all'interno di una sua storia Instagram che farebbe venire l'acquolina proprio a tutti. Andando sul sito specifico di Antonino Cannavacciuolo, la presentazione viene fatta in modo sublime, come sempre. Secondo lo chef di mattina si può fare di tutto, ma solo dopo aver 'inzuppato' i biscotti nel caffè, soprattutto se si tratta dai suoi diamantini che fanno iniziare la giornata con il piede giusto. Ma come sono composti?

Napoli, Antonino Cannavacciuolo mostra i suoi 'diamantini': non esistono biscotti più buoni!

A Napoli esistono tanti modi per fare colazione, ma se Antonino Cannavacciuolo ritiene che i suoi diamantini siano così friabili, burrosi, gustosi, chi siamo noi per non assaggiarli? La cosa bella di questi biscotti è anche che ne esistono tre varianti differenti che vanno ad assecondare tutti i gusti: vaniglia, cioccolato e pistacchio. Purtroppo lo chef non fornisce la ricetta esatta per riprodurli, tuttavia, sappiamo che tra gli ingredienti ci sono la farina, lo zucchero a velo e non, il cioccolato fondente, il pistacchio, il cacao in polvere, il tuorlo d'uovo, la farina di mandorle, il sale e le bacche di vaniglia. Insomma, già solo quest'elenco rende il prodotto invitante.

Napoli

Tra le varie curiosità di questi biscotti, sappiamo che si tratta di dolci tipicamente francesi e che devono il loro nome - diamantini - allo zucchero che serve a decorare il loro esterno e che ricorda a tutti gli effetti dei minuscoli diamanti. Antonino Cannavacciuolo rassicura che questi manicaretti sono tra i dolciumi preferiti dai suoi bambini e dai loro amici. Più che essere perfetti per la merenda, tuttavia, lo chef li prepara per la colazione. Per lui, in definitiva, devono essere 'inzuppati nel latte'.

Diamantini, come prepararli - anche se non saranno mai come quelli di Cannavacciulo: la ricetta per voi

Se voleste cimentarvi nella ricetta ne abbiamo trovata una per voi - che però non porta la firma di Cannavacciuolo. Premesso che gli ingredienti sono identici a quelli dello chef, bisogna con le fruste montare il burro e lo zucchero, quindi aggiungere uovo, vaniglia, un pizzico di sale e la farina setacciata. Creato quest'impasto va diviso in 4 e si devono formare dei salamini da circa 3 cm che andranno avvolti in pellicola e fatti raffreddare in frigo per due ore circa.

Intanto occorre preparare lo zucchero utilizzando due ciotole. In una si mette solo lo zucchero, nell'altra sia lo zucchero che il cacao amaro che andranno mescolati bene. Ultimo passaggio prima della cottura sarà quello di togliere i salamini dal frigo, spennellarli con acqua e passarli nello zucchero (con cacao o meno a seconda del gusto). Infine basta tagliare i salamini a forma di biscotto e infornarli a 180 gradi per 18 minuti a forno statico.

LEGGI ANCHE: Una donna ripulisce la spiaggia dai rifiuti, ma invece di essere elogiata finisce nella bufera: ecco perché