Fiction Rai, il vero (e inaspettato) motivo per cui le più viste sono Lolita Lobosco e Fiori sopra l'Inferno

Fiction Rai: c'è una ragione per cui Le Indagini di Lolita Lobosco e Fiori sopra l'Inferno sono le due serie più viste. E non c'entrano le due protagoniste Luisa Ranieri ed Elena Sofia Ricci

La Rai è una vera e propria fucina di fiction. La televisione di Stato sforna ogni anno un numero impressionante di serie che possono piacere o meno, ma che riescono a riempire tutto il palinsesto invernale. In estate, invece, si procede con le repliche dei prodotti che sono stati più vincenti nel corso della stagione. Ad esempio, ora che Vivere non è un gioco da ragazzi è finita, ci si accinge a rivedere Blanca, con protagonista l'abile attrice Maria Chiara Giannetta.

Volendo classificare le serie in base al numero di ascolti che esse hanno ottenuto nel corso della stagione, al primo posto c'è Le Indagini di Lolita Lobosco. La fiction Rai vede come protagonista Luisa Ranieri. Quest'ultima interpreta una donna che, rientrata nella sua città pugliese d'origine, si ritrova a guidare una squadra di uomini. Per lei, che è tanto bella, risulta difficile aver a che fare con loro, tuttavia non solo ci riesce, ma è davvero perfetta in tutto ciò che fa. Al secondo posto delle serie più viste c'è invece, Fiori sopra l'Inferno. Trattasi di un thriller in cui ad occuparsi di un caso lungo quanto tutto il prodotto è una profiler interpretata dall'attrice Elena Sofia Ricci (il volto di Suor Angela in Che Dio ci aiuti e di Lucia ne I Cesaroni). Ma perché queste fiction funzionano più delle altre?

Fiction Rai, perché le più viste sono quelle con Luisa Ranieri ed Elena Sofia Ricci

Al terzo e al quarto posto in numero di ascolti ci sono altre due fiction Rai che avvalorano il motivo che spinge più telespettatori a guardarle: Mina Settembre e Imma Tataranni-Sostituto Procuratore. La prima è interpretata dall'attrice campana Serena Rossi (nata in Un posto al sole e poi letteralmente 'esplosa', tanto che di recente l'abbiamo apprezzata nuovamente nelle repliche de La Sposa). Nella serie in questione interpreta una giovane assistente sociale con una vita sentimentale un po' complicata. Invece, il secondo prodotto che prendiamo in esame ha come attrice principale Vanessa Scalera, che si divide tra le indagini - condotte a volte con metodi anche poco ortodossi - e un'esistenza privata molto complicata, divisa tra Pietro (suo marito) e Calogiuri (il suo collega più giovane, del quale finisce per innamorarsi).

Avete dunque notato cosa hanno in comune tutte queste serie? La risposta è più semplice di quello che si pensi: una protagonista femminile. In ognuna di queste fiction Rai la donna è esaltata per la sua intelligenza e il suo carisma, anche al di là della bellezza. Questo è ciò che piace al pubblico, a giudicare dagli ascolti, e ciò che - ci si augura - la televisione di Stato continui a portare avanti.

LEGGI ANCHE: Vivere non è un gioco da ragazzi, cosa non ha funzionato della fiction Rai: "Una serie non si scrive così"