Spare, il principe Harry velenosissimo con Re Carlo e Camilla: "Sui giornali hanno fatto scrivere che ero drogato”

Il principe Harry ricorda quel terribile anno, il 2002: suo padre Re Carlo e Camilla hanno dichiarato il falso giornali per salvarsi la reputazione

È inutile negare il fatto che il libro del principe Harry sia una vera e propria denuncia contro tutti quegli atteggiamenti che nel corso degli anni hanno reso la sua immagine pubblica. Poco dopo la morte di sua madre, Lady D, il secondogenito confessa di aver avuto sin dal primo momento la sensazione che, dopo di lei la prossima vittima della stampa sarebbe stato lui e suo fratello William. Il maggior bersaglio però restava la riserva (spare), in quanto la famiglia reale non avrebbe mai permesso di compromettere il nome del futuro Re d’Inghilterra. Durante i suoi anni di studio ad Eton, il principe Harry racconta di aver fatto qualche volta uso di sostanze stupefacenti: come tutti i suoi coetanei, ogni tanto si concedeva uno spinello nei bagni della scuola con tanto di sentinella per sfuggire agli occhi della direzione e dei sorveglianti. Il principe però è stato beccato dalla direttrice di un giornale che ha dichiarato un avere propria guerra contro quest’ultimo.

Ricorda perfettamente quel giorno del 2002 quando Marko, la guardia del corpo di suo padre lo avverti che da lì a breve sarebbero usciti degli articoli di giornale che parlavano dei suoi problemi con le droghe. Harry credeva che la sua famiglia lo avrebbe difeso a spada tratta, potendo fermare il tutto grazie al potere della corona. In realtà secondo l’ufficio stampa del padre sarebbe stato un bene far trapelare questa notizia, seppur falsa.

Harry in pasto e ai lupi per colpa di Carlo e Camilla: “Non sono mai andato in riabilitazione”

Nel suo libro il principe Harry ricorda perfettamente quando nel 2002 è uscito un articolo (di ben sette pagine) in cui c’erano scritte non solo tutte le bugie che aveva approvato la sua famiglia, ma molte altre ancora. L’articolo lo dipingeva come un consumatore abituale di droga, ma diceva anche che era stato in riabilitazione. La direttrice aveva messo le mani su alcune sue foto in cui si era recato con Marko in visita a un centro di riabilitazione in periferia: “Quell’incontro faceva parte del mio lavoro di principe con le organizzazioni di beneficenza, e lei aveva adottato le foto a sostegno della sua narrazione calunniosa“.

Persino suo fratello Willy si infuriò per quell’articolo pieno di bugie: “Non c’era niente da fare, papà era così, Camilla era così e questa era la vita di reali”. Venduta la storia per ripulire la faccia della coppia meno amata tra i reali, questo è stato solo il primo di tantissimi altri articoli che sono nati sulla sua finta dipendenza da sostanze. Ora però il principe racconta la sua verità.

LEGGI ANCHE>>>Spare, il principe Harry confessa: "Ero solo un ragazzo quando papà si è ripulito la reputazione a mie spese”